BELLINZONA
09.04.2018 - 13:200

Alberi abbattuti: la capitale come Lugano?

Un’interpellanza chiede al Municipio di fare chiarezza sulla strategia adottata

BELLINZONA - Stanno sollevando qualche preoccupazione gli abbattimenti di alberi avvenuti nelle ultime settimane a Bellinzona e in particolare nel quartiere San Giovanni, dove sono sono stati rimossi numerosi esemplari di pioppi e tigli.

«Sarebbe interessante conoscere la strategia dell’attuale Municipio in relazione al verde pubblico e privato in rapporto ai fenomeni di cambiamento climatico» scrivono in un’interpellanza i consiglieri comunali Ronnie David e Marco Roi, chiedendo all’Esecutivo come sia stato possibile abbattere numerosi alberi «perfettamente sani» considerando che «uno dei sedimi dove sono effettivamente stati abbattuti gli alberi più importanti dovrebbe vigere attualmente una zona di pianificazione a tutela di un bene storico di importanza cantonale (Villa Antognini)».

Considerati i presupposti, David e Noi chiedono al Municipio di indicare se l’abbattimento delle piante secolari in questione è stato autorizzato dallo stesso Esecutivo e se quest’ultimo intenda compensare gli abbattimenti con nuove alberature.

Le domande al Municipio:

  • Chi ha autorizzato l’abbattimento degli alberi di fronte alla chiesa di San Giovanni? Per quale motivo?
  • Come mai nell’ambito dei lavoro di allargamento di Vicolo Santa Marta sono stati abbattuti alberi secolari? Non era possibile prevedere che gli stessi andassero a formare il futuro viale alberato?
  • Il Municipio ha autorizzato l’abbattimento di alberi secolari all’interno del sedime di Villa Antognini? Come mai? Non vige una protezione su quegli alberi? Non vige una zona di pianificazione su tutto il fondo a seguito della prevista protezione quale bene culturale di importanza cantonale/comunale?
  • Intende il Municipio compensare con nuove alberature per lo meno quelle abbattute di propria competenza? Se sì dove?
  • Quale strategia in relazione ai mutamenti climatici e per favorire la creazione di microclimi urbani atti ad attenuare i fenomeni di grande calura intende adottare il Municipio di Bellinzona?
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tarok 2 anni fa su tio
tagliare tagliare che ogni autunno perdono le foglie e bisogna ancora pulire
albertolupo 2 anni fa su tio
E Marco fa Noi di cognome, non Roi (che la R e la N non sono nemmeno vicine, almeno sulla mia tastiera...).
albertolupo 2 anni fa su tio
Almeno mettete delle foto appropriate, non di una catasta di legna e di un parco alberato qualsiasi...
francox 2 anni fa su tio
Vi diranno che è stato fatto per il vostro bene.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-22 20:30:21 | 91.208.130.87