tipress
Il predecessore (Bertoli, di spalle) e il neo-presidente.
CANTONE
08.04.2018 - 10:280
Aggiornamento : 14:33

«Il dossier con l'Italia è una spina nel fianco»

Il consigliere di Stato Claudio Zali ha indicato le priorità per il suo mandato alla guida del Governo: dai frontalieri alle Officine di Bellinzona, al preventivo 2019

BELLINZONA -  Il dossier con l'Italia, la spinosa questione delle Officine bellinzonesi, il preventivo 2019. Claudio Zali si appresta a occupare per la prima volta, martedì, la poltrona di presidente del Governo, e le preoccupazioni non gli mancano.

In un'intervista al Mattino della domenica, oggi, il ministro leghista ha scoperchiato la sua agenda istituzionale e politica per i prossimi dodici mesi. Tra le priorità del governo per il prossimo anno c'è, anzitutto, il dossier-frontalieri. «Le difficoltà sono ancora tangibili» ha ammesso il consigliere di Stato al domenicale di partito. «È un fascicolo che rimane tuttora una spina nel fianco».

Ecco il nostro approfondimento sul dossier-frontalieri.

Lo stesso vale per la questione delle Officine Ffs di Bellinzona: un altro dossier che Zali vorrebbe «portare a casa come traguardo di legislatura per il Governo». Terzo obiettivo: «Consolidare le finanze con un altro preventivo buono per il 2019». Quanto al Dipartimento del Territorio, che Zali continuerà a dirigere, avanti tutta sulle grandi infrastrutture: «Penso a quelle ferroviarie come il Tram-treno e la Galleria di base del Ceneri e a quelle stradali, come la circonvallazione Agno-Bioggio e il collegamento veloce A2-A13» ha precisato il neo-presidente. 

Ma al di là dei progetti a breve termine, il consigliere di Stato pensa già - e non lo nasconde - alle prossime elezioni cantonali. Ricordando che «la maggioranza relativa della Lega in governo sembrava dovesse essere una cosa provvisoria, e che il Cantone sarebbe collassato. In realtà non si è verificato nessuno dei due eventi». L'auspicio di Zali è che il successo leghista «possa essere confermato nel 2019 come nel 2015». Questo dipenderà anche dai prossimi dodici mesi. 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-10 15:03:18 | 91.208.130.85