CANTONE
13.03.2018 - 09:510
Aggiornamento : 11:23

«Perché trasferire la chirurgia dell'obesità?»

La notizia dello spostamento della specializzazione da Bellinzona a Lugano ha creato un certo stupore. La deputata socialista Gina La Mantia chiede lumi al Governo con un'interrogazione

BELLINZONA - La chirurgia dell’obesità è un settore in crescita all’Ospedale San Giovanni di Bellinzona. La notizia del trasferimento di questa specializzazione chirurgica da Bellinzona a Lugano suscita perciò un certo stupore. Gina La Mantia, deputata socialista in Gran Consiglio, ha inoltrato un’interrogazione per chiedere lumi al Governo riguardo allo spostamento della chirurgia bariatrica non complessa. 

«Il trasferimento di una specialità consolidata dall’Ospedale di Bellinzona - fa notare la deputata socialista - suscita un certo stupore perché, grazie a un migliore coordinamento della casistica sul territorio e alla creazione negli ospedali regionali di servizi di nutrizione e dietetica, il settore della chirurgia dell’obesità all’Ospedale San Giovanni è in crescita». 

Secondo La Mantia il San Giovanni - già riconosciuto centro primario, abilitato quindi a eseguire degli interventi standard - potrebbe giungere già nel corso di quest’anno a 50 interventi, necessari per ottenere il riconoscimento quale centro di riferimento. «Uno statuto - spiega la deputata - ad oggi riconosciuto alla Clinica di Moncucco e che permette a un ospedale di trattare anche degli interventi di Medicina altamente specializzata (MAS)». 

La notizia del trasferimento della chirurgia bariatrica da Bellinzona a Lugano appare quindi alla deputata socialista «in contrasto con la volontà, ripetutamente espressa nell’ambito delle discussioni sull’Ospedale unico di riferiemento cantonale, di mantenere e sviluppare il modello dell’EOC multisito».

L'interrogazione di La Mantia chiede quindi al Governo se «questo trasferimento implichi un indebolimento per l’Ospedale San Giovanni». Poi domanda «quale destino si prospetta al personale specializzato in questo settore dell’Ospedale di Bellinzona». 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
bustellina 2 anni fa su tio
Lo trasferiscono perché l'EOC non ha, malgrado la pianificazione tenti di dire il contrario, AFFATTO abbandonato l'idea di un unico ospedale cantonale ADULTI con a Belli solo il dipartimento madre bambino!
roma 2 anni fa su tio
...la trasferiscono perché il movimento è la prima arma contro l'obesità.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 06:24:13 | 91.208.130.89