TI Press
CANTONE
04.03.2018 - 15:590

«Pluralità dell’informazione e servizio pubblico in salvo»

Il Partito socialista accoglie con soddisfazione l’esito del voto odierno

BELLINZONA - Il Partito socialista è «molto soddisfatto» che il popolo si sia espresso in modo «inappellabile» per la salvaguardia del servizio pubblico, in favore di un’offerta «che garantisce la qualità e la pluralità dell’offerta radiotelevisiva in tutte le regioni del Paese e per la salvaguardia della pluralità dell’informazione».

Anche nella Svizzera italiana il messaggio espresso dal popolo è chiaro e deciso. «Il servizio pubblico non va smantellato, non va assolutamente consegnato alle logiche commerciali imposte dal mercato né nelle mani di miliardari che acquisiscono i media con il solo scopo di influenzare l’opinione pubblica. Il servizio pubblico radiotelevisivo in Svizzera può esistere solo grazie al sistema di finanziamento garantito dal canone», questa l’opinione del PS.

«Un’accettazione dell’iniziativa avrebbe condotto alla scomparsa del servizio pubblico radiotelevisivo e significato la sua fine soprattutto per la Svizzera italiana, la Romandia e per quanto riguarda il romancio», conclude il comunicato stampa del PS.

Commenti
 
Tags
servizio
servizio pubblico
pluralità
informazione
svizzera
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-06-20 20:46:02 | 91.208.130.87