tipress
BELLINZONA
14.02.2018 - 15:040
Aggiornamento 17:05

Semisvincolo A2, scandalo firme. È bufera politica: l’MPS lascia

Il Movimento per il Socialismo abbandona il Comitato contro il semisvincolo A2 a seguito dell’inserzione per assoldare gente che raccolga sottoscrizioni

8 mesi fa «Pagare dei raccoglitori di firme? È uno scandalo!»
8 mesi fa Semisvincolo, un "no" anche per il Partito Operaio e Popolare

BELLINZONA - «Vista l’implicazione di forze politiche presenti nel comitato cantonale che avete promosso e costituito, ci vediamo costretti a comunicarvi il nostro abbandono di tale comitato». La decisione del Movimento per il Socialismo, indignato per l'inserzione pubblicitaria nella quale i Cittadini per l’Ambiente hanno dato il via alla ricerca di raccoglitori di firme contro la costruzione del semisvincolo di Bellinzona, non ha tardato ad arrivare. Ed è risolutiva: l'MpS lascia. 

«Le persone all’origine di questa iniziativa - sottolinea il coordinatore dell'MpS Giuseppe Sergi - sono gli iniziatori del referendum, i Verdi, attraverso la presenza di due loro coordinatori cantonali».

«Contrari alla pratica» - L'MpS ci tiene a ribadire la propria contrarietà alla pratica della raccolta firme a pagamento: «Una pratica da tempo ormai oggetto di discussione; ancora di recente, in occasione della raccolta delle firme contro la revisione del regolamento di Bellinzona, il nostro partito ha chiaramente espresso la propria contrarietà a simili pratiche. È tuttora pendente una nostra denuncia nei confronti del settimanale Opinione Liberale che aveva ripreso voci calunniose e infondate, diffuse tra l’altro da alcuni ex-municipali PS e da alcuni esponenti della Gioventù socialista».

Per l'MpS, seppur non sia contrario alla legge, il pagare qualcuno per raccogliere le firme dovrebbe suscitare «ampie riserve in chi pensa che strumenti democratici come referendum e iniziativa sono, soprattutto, mezzo di contatto e di discussione con la popolazione, strumento di partecipazione diretta e democratica».

«Restiamo contrari al semisvincolo» - In questo senso, il deputato MPS Matteo Pronzini ha depositato di recente un’iniziativa parlamentare tesa a sanzionare il ricorso a tali pratiche. L'MpS, infine, ci tiene a precisare che abbandonare il comitato non vuol dire cambiare punto di vista: «Naturalmente restiamo contrari al semisvincolo e continueremo, con le nostre forze che negli ultimi mesi sono già state sottoposte a un grande impegno sia per il già citato referendum di Bellinzona che per quello contro il pacchetto fiscale, a sostenere la campagna di raccolta di firme in modo indipendente. Siamo dispiaciuti per questa situazione: ma la questione ha, a nostro modesto avviso, implicazioni politiche ed etiche che una forza politica che si voglia progressista non può ignorare».

Commenti
 
vulpus 8 mesi fa su tio
Meglio abbandonare la barca anzitempo che fare un'altra figuraccia.Si continua a raccogliere firme e a far votare cittadini su oggetti che i cittadini hanno già accettato.È ora di dire basta a queste forzature sui cittadini, soltanto per crearsi visibilità. La democrazia è una cosa. la mmagioranza decide e basta!
Tato50 8 mesi fa su tio
@vulpus Ciao vulpus, non credo che abbiano abbandonato la barca per eventuali figuracce; avendo letto ieri l'annuncio sul giornale mi aspettavo una reazione del genere. Certo abbiamo votato ma sono stati fatti anche dei correttivi rispetto a prima. Spendere decine di milioni per "sgravare" la parte sud di Bellinzona dimenticandosi che a nord non è che siamo messi bene, mi sembra una follia. Sulla democrazia e la maggioranza avrei qualche dubbio e lo vediamo nella famosa votazione di febbraio dove il CF ci ha infinocchiato alla grande. Ciaoo
matteo2006 8 mesi fa su tio
@vulpus Di acqua ne è passata anche tanta sotto il ponte di via Tatti, le cose cambiano, un progetto che è li sul tavolo da così tanti anni è giusto rivalutarlo una volta ancora perché troppo spesso i progetti dalle nostre parti si fermano per anni e anni sui tavoli di decine di persone, al momento di metterli in pratica poi sono vecchi e non più davvero attuali.
Gus 8 mesi fa su tio
Il concetto di etica, per molti sinistri, è molto soggettivo. Comunque, per una volta, chapeau all'MPS
Francesco Mgn 8 mesi fa su fb
Sbaglio o non avete scritto neanche due righe per il record delle 100 h di diretta radio dei Blues Brothers di Radio 3i che ha tenuto incollato alla radio e davanti alla TV mezzo Cantone?
Pedraita Maurizio 8 mesi fa su fb
Perchè mi danno da mangiare?
Bandito976 8 mesi fa su tio
Conferma che questo cantone é in decadenza
lo spiaggiato 8 mesi fa su tio
Un bel esempio di coerenza... bravi!... :-))))
Alex Cava 8 mesi fa su fb
La politica "pulita", anche nell'ambito di un referendum che pure appoggiano. COMPLIMENTI a Pronzini e all'MPS!
Romy Ribi 8 mesi fa su fb
che grande vergogna...
Manuela Quattropani 8 mesi fa su fb
si guarda condivido!!!ormai il Ticino è diventato lo zimbello della svizzera!!che bella figura che fanno!!complimenti per la grande trovata!!!non ci sono parole!!
Tags
mps
semisvincolo
firme
bellinzona
comitato
raccolta firme
semisvincolo a2
referendum
pratica
mps lascia
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-10-16 19:08:37 | 91.208.130.87