TiPress
LUGANO
23.01.2018 - 12:270

Corteo antirazzista prima di Natale, scatta l’interrogazione

Andrea Censi si rivolge al Municipio per capire come mai la manifestazione non sia stata bloccata e se i partecipanti sono stati identificati

LUGANO - Il corteo non autorizzato che si è svolto sabato 23 dicembre per le strade di Lugano ha fatto scattare un’interrogazione al Municipio.

Andrea Censi (Lega dei ticinesi) contesta al Municipio che la «camminata antirazzista, antifascista, anticapitalista e contro ogni frontiera» ha bloccato il traffico e che i manifestanti, oltre a imbrattare i muri, avrebbero «reagito in modo violento contro i passanti e non solo per vie verbali».

All’Esecutivo cittadino viene pertanto domandato se è vero che la manifestazione non fosse autorizzata, come mai non è stata bloccata sul nascere, quanti agenti sono stati impiegati per la messa in sicurezza e chi era l’ufficiale a capo dell’operazione. Censi intende inoltre capire se i manifestanti siano stati identificati e quali sono le eventuali accuse a loro carico, comprese le possibili pene.

Alcuni edifici (privati, ndr.) del centro città - vicino al Palazzo di giustizia - portano ancora sui muri le scritte dei manifestanti. «Non ritiene il Municipio necessario eliminarle al più presto sia per evitare una promozione di questi individui che per l’immagine della Città?», domanda infine Censi.

10 mesi fa Corteo non autorizzato per le strade
Commenti
 
BIA13 9 mesi fa su tio
Addirittuuuuura l’interrogaziooone! Ma sa po’!
Thor61 9 mesi fa su tio
@BIA13 Se lo hanno fatto direi di SI!
Tags
municipio
censi
manifestanti
interrogazione
corteo
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-11-16 19:46:19 | 91.208.130.87