BELLINZONA
31.05.2017 - 11:520

Finanze cantonali, il risultato d’esercizio migliora

BELLINZONA - In base al rendiconto intermedio di fine aprile 2017, il Consiglio di Stato ha preso conoscenza dell’andamento delle finanze cantonali. L’aggiornamento delle principali voci di spesa e ricavi porta a un disavanzo di 19.4 milioni di franchi, quindi a un possibile miglioramento di 14.3 milioni di franchi rispetto al preventivo 2017 votato dal Parlamento, conseguente a minori spese stimate in 4.7 milioni di franchi e a maggiori ricavi valutati a 9.6 milioni di franchi.

Il miglioramento del risultato d’esercizio è influenzato sostanzialmente dalla quota sull’utile della Banca nazionale svizzera (BNS), che ammonta a 48.9 milioni di franchi e che nel preventivo 2017 era stimata a 28.3 (+20.6 milioni di franchi). A tal proposito si ricorda che per il 2016 la BNS, sulla base della nuova convenzione siglata con il Dipartimento federale delle finanze e riguardante gli esercizi 2016-2020, ha versato a Confederazione e Cantoni un importo supplementare di 0.73 miliardi di franchi: per il Ticino quest’ultimo si è tradotto in un’entrata straordinaria supplementare di 20.6 milioni di franchi.

Sul fronte delle spese si prevedono minori esborsi rispetto al preventivo 2017, in particolare per quanto concerne le spese del personale (-1.5 milioni di franchi) e la quota federale per documenti di identità (-1 milione). A fronte di queste minori spese si segnalano maggiori esborsi per i contributi per l’accordo intercantonale SUP (+1 milione), per i contributi assicurativi per insolventi (+1 milione), per l’esecuzione di misure penali (+1 milione), per i provvedimenti di protezione (+0.8 milioni), per la partecipazione al premio assicurazione malattia per PC AVS/AI (+0.8 milioni), per gli interventi dei corpi pompieri nei boschi (+0.7 milioni) e per gli invii postali (+0.5 milioni).

Si segnala inoltre sul fronte entrate anche un incremento delle imposte suppletorie e delle multe (+18 milioni), controbilanciato in particolare da minori introiti per la tassa di collegamento (-18 milioni), non considerata in quanto il Tribunale federale non si è ancora espresso sui ricorsi pendenti.

I dati confermano in ogni caso un andamento finanziario conforme agli obiettivi che il Governo si era posto con la manovra di riequilibrio delle finanze cantonali approvata nel 2016.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 04:16:41 | 91.208.130.87