TiPress
CANTONE
20.03.2017 - 16:260

Controllo delle finanze: «Più indipendenza e margini di manovra»

Il Gruppo Socialista in Gran Consiglio ha presentato un’iniziativa parlamentare per modificare la Legge sulla gestione e sul controllo finanziario dello Stato

BELLINZONA - Il Gruppo PS in Gran Consiglio – primo firmatario Ivo Durisch – ha presentato un’iniziativa parlamentare, nella sua forma articolata, con cui propone alcune modifiche della Legge sulla gestione e sul controllo finanziario dello Stato al fine di potenziare e migliorare il margine di manovra del Controllo cantonale delle finanze, rendendolo così più indipendente ed efficace.

La necessità di un potenziamento in questo senso - spiega il PS - sono evidenziati dai recenti casi - “permessi facili” e “Argo 1” - che hanno coinvolto l’Amministrazione cantonale. Potenziamento che è stato affrontato in passato, spesso in concomitanza con altri scandali, ma che ad oggi non è mai stato messo in atto, spesso per ragioni di tipo finanziario.

Nell’iniziativa presentata si propone che il Controllo cantonale delle finanze sia attribuito alla Cancelleria dello Stato, prevedendo una direzione che abbia autonomia di nomina per il personale. In particolare, il Gran Consiglio e la Commissione della gestione e delle finanze potranno attribuire al Controllo cantonale delle finanze delle verifiche particolari, il quale – su segnalazione – potrà decidere in modo autonomo se effettuare o meno dei controlli su autorità, servizi, aziende ed enti.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 09:20:15 | 91.208.130.87