ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
9 ore
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
11 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
CANTONE / SVIZZERA
11 ore
Sostegno a Carobbio, «senza disperdere voti»
Il PS ringrazia Greta Gysin che con la sua rinuncia concretizza l’appoggio unitario alla candidatura
CANTONE
11 ore
PS, Verdi e Mps pronti al referendum contro il credito per Lugano Airport
I partiti contrari al credito cantonale deciso dalla maggioranza della Commissione della gestione e delle finanze del Gran Consiglio
CANTONE
12 ore
Airolo-Pesciüm, cala il sipario su un'ottima stagione estiva
La vendità delle stagionale "3in1" ha fatto segnare un incremento del 73% rispetto al 2018
LUGANO
12 ore
L'Ambasciatrice del Perù in visita a Palazzo Civico
Il Sindaco di Lugano Marco Borradori ha accolto oggi Ana Rosa Valdivieso Santa Maria
TORRICELLA-TAVERNE
13 ore
Una serata da ricordare per i neo-diciottenni del comune
Il Municipio di Torricella-Taverne ha festeggiato giovedì scorso i giovani nati nel 2001
SVIZZERA
13 ore
«In Ticino è stato fatto un buon lavoro»
Christoph Blocher ha commentato i risultati dell'ultima tornata elettorale. A livello nazionale l'arretramento dell'Udc è meno negativo di quanto temesse
LUGANO
13 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
FOTO
MENDRISIO
13 ore
Una raccolta fondi per sistemare la chiesetta sul San Giorgio
L'edificio presenta vistose crepe e problemi strutturali. I lavori sono partiti nelle scorse settimane
COMANO
14 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
BELLINZONA
16 ore
Tornano “Sapori e Saperi” e i gustosi prodotti ticinesi
È giunta alla diciottesima edizione la più importante vetrina del settore che riunisce sotto lo stesso tetto le specialità più rappresentative del nostro territorio
VIDEO
CANTONE
16 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
BALERNA
16 ore
Nuova apicoltura africana in Venezuela
Padre Angelo Treccani ha iniziato una collaborazione con l’Associazione Acqua e Miele per produrre miele di qualità
MASSAGNO
17 ore
A Massagno sboccia l'Ottobre rosa
Il comune ha aderito all'iniziativa “1 tulipano per la VITA” a sostegno delle vittime del tumore al seno
LOCARNO
27.01.2016 - 13:100

Una petizione contro il polo "attira frontalieri"

I Giovani Leghisti inizieranno domenica a raccogliere le firme

LOCARNO - I Giovani Leghisti del Locarnese hanno lanciato una petizione con cui chiedono al Municipio di Locarno di abbandonare il progetto di un polo della meccatronica, da loro considerato “attira frontalieri”, e di incentivare progetti che diano lavoro ai residenti. «Un polo del genere nel Locarnese farebbe da calamita per imprese che assumono frontalieri. Uno studio SUPSI del 2013, commissionato dal Municipio, attribuisce maggiori potenzialità ad un polo del turismo, salute, benessere, intrattenimento».

Aron D’Errico, giovane leghista di Locarno e primo firmatario, afferma: «Il progetto è nelle sue fasi iniziali, proprio per questo abbiamo la possibilità di far sentire la voce della gente al Municipio a maggioranza PLR e chiedere di cambiare rotta: nella nostra regione abbiamo giovani disoccupati e lavoratori sostituiti da frontalieri, creare nel centro di Locarno un polo tecnologico che attirerà frontalieri è deleterio. Esperienze fallimentari, come la Pramac e la Turbomach che assumevano in massa frontalieri senza portare benefici alla regione, non hanno insegnato nulla ? Si inizi piuttosto a incentivare il lavoro per i residenti. Il Municipio targato PLR e le grandi famiglie della partitocrazia locarnese con questo progetto dimostrano di essere i fautori del frontalierato senza limiti».

Jonathan Scolari, coordinatore del Movimento Giovani Leghisti Locarnese, spiega che «con questa petizione vogliamo mandare un segnale forte e chiaro per evitare che l’Esecutivo cittadino faccia scelte sbagliate che rischiano di condizionare il futuro della nostra regione. Il Locarnese deve puntare sui propri settori tradizionali e il Municipio di Locarno deve abbandonare subito la strada intrapresa. Quindi NO ad un polo tecnologico della meccatronica, NO a più frontalieri nella nostra regione, tutto questo per il bene del Locarnese».

I Giovani Leghisti del Locarnese inizieranno a raccogliere le firme alla festa della Lega, domenica a Pregassona, e nelle prossime settimane a Locarno verranno organizzate bancarelle e gazebo.

Commenti
 
Libero pensatore 3 anni fa su tio
Che palle con sti frontalieri! Bisogna sempre tirarli in ballo? Io credo che il problema sollevato dai giovani leghisti bada approfondito ma basta con sto cazzo di frontalieri. Sono persone anche loro, basta tirarli in ballo per qualsiasi cosa.
6983 3 anni fa su tio
@Libero pensatore mio nonno diceva... politici, tutti buoni a gridare al fuoco, ma di pompieri neanche l'ombra...
clearview 3 anni fa su tio
@Libero pensatore Ehm, forse forse che qua il motivo di tirarli in ballo è ben presente? Si vuole costruire un polo della meccatronica che andrà a creare posti di lavoro, una cosa fantastica se non fosse che il tasso di disoccupazione resterebbe invariato siccome verrebbero assunti unicamente frontalieri. C'è assolutamente la necessità di procedere in questa maniera? Io personalmente credo proprio di no.
GI 3 anni fa su tio
E se domani i frontalieri decidessero di non entrare in Ticino per lavorare ??
mgk 3 anni fa su tio
@GI Che Iddio allha budda odino ti ascolti
Güglielmo 3 anni fa su tio
@GI sarebbero uccelli senza sale...
Thor61 3 anni fa su tio
@GI Ma Lei ci crede davvero a quanto da Lei stesso scritto???
cacos 3 anni fa su tio
@GI non succederà basterebbe che la metà decida in tal senso e da parte nostra poi obbligare i disoccupati a prendere quei posti ( e parlo sopratutto per il terziario)
siska 3 anni fa su tio
Povero e sempre più povero ticino......no é l'economia e politica a braccetto che dovrebbero adoperarsi per i residenti, comunque é impensabile estromettere totalmente i frontalieri. Insomma il nocciolo non é il polo ma le persone che orchestrano questo cantone povero.
6983 3 anni fa su tio
maaaamma mia che disco rotto... frontalieri.. cric... frontalier.. cric... frontalier..criiiiic
ofiuco 3 anni fa su tio
Invece i vostri deputati a Berna hanno votato per abolire la moratoria sull'apertura di studi medici. Quello va bene, non attira medici dall'estero, no.
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 05:36:58 | 91.208.130.85