CANTONE
18.06.2015 - 18:030
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

Exten, Ghisletta interroga il Consiglio di Stato

LUGANO - Il deputato socialista Raoul Ghisletta ha inoltrato un'interrogazione al Consiglio di Stato, in merito a quanto sta accadendo in questi giorni alla Exten di Mendrisio.

"Con la presente interrogazione chiedo al lodevole Consiglio di Stato:

1. quale obiettivo ha la presenza della polizia allo sciopero della Exten SA di questi giorni? Chi l’ha ordinata?
2. Tra i compiti della nostra polizia rientra quello di invitare i lavoratori a raggiungere il posto di lavoro? Corrisponde al vero che tale invito è stato fatto dal responsabile del reparto mobile 1 presente stamattina?
3. Tra i compiti della nostra polizia rientra quello di controllare l’identità dei giornalisti che coprono lo sciopero?
4. Tra i compiti della polizia rientra quello di invitare gli scioperanti ad abbandonare il suolo pubblico antistante la ditta Exten SA durante lo sciopero?
5. È conforme alla procedura di conciliazione il fatto che la ditta Exten SA abbia licenziato il capo della delegazione operaia che ha scioperato (per una discussione privata avuta con un collega)?
6. È conforme al contratto normale di lavoro per le ditte interinali il fatto che la ditta Exten SA faccia capo a lavoratori interinali per rompere lo sciopero?
7. Com’è possibile che la ditta Exten SA proponga ai dipendenti salari mensili a tempo pieno di 2'350 fr al mese a tempo pieno, dopo l’esito della votazione costituzionale del 14 giugno favorevole al salario minimo in Ticino?
8. Il Consiglio di Stato intende adottare disposizioni urgenti a tutela dei salari in Ticino come prevede il nuovo articolo costituzionale cantonale?"

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-22 01:40:30 | 91.208.130.87