tipress
MENDRISIO
22.04.2015 - 16:040
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

Dimissioni di Jelmini, le reazioni dei politici

Da chi suggerisce di prendere da esempio il suo gesto, a chi lo ringrazia per il lavoro svolto

MENDRISIO - Le dimissioni di Giovanni Jelmini dalla carica di presidente del PPD, seppur in parte nell'aria, stanno raccogliendo numerosi attestati di stima, in special modo sui social network. Deluso, d'altra parte, dalle disattese aspettative post-elettorali e con due poltrone in meno in Gran Consiglio, Jelmini ha voluto cedere le redini del partito.

"Conosco Giovanni per il suo impegno, la sua cordialità e simpatia - commenta Natalia Ferrara Micocci (PLRT), altra sconfitta dalla corsa elettorale che la vedeva potenziale consigliera di Stato -. So che tiene enormemente al suo Mendrisiotto, oltre che al suo Partito, e posso dunque solo immaginare la delusione di questi giorni e il dispiacere nel rassegnare le dimissioni. Non mi impiccio dei fatti altrui e non giudico, mi permetto solo di dire che sei stato, a mio modesto avviso, un Signore 4 anni fa e ancor di più oggi. Fossero tutti così in politica, responsabili e coerenti, ci sarebbe più dialogo e anche più soddisfazione. Intanto vediamo di consolarci in cantina, il cibo e l'amicizia, se genuini, non deludono mai!".

C'è persino chi, come Tiziano Galeazzi (UDC), invita gli altri presidenti di Partito a guardare la scelta di Jelmini come un esempio da prendere in considerazione: "La decisione e la coerenza di Giovanni Jelmini dovrebbe far riflettere anche fuori dal PPD", scrive su Facebook.

Dai colleghi di partito giungono invece i consueti ringraziamenti: "Grazie a Giovanni per tutto quanto ha fatto negli scorsi anni per il PPD", ha commentato Carlo Luigi Caimi. "L'uscita di Giovanni Jelmini mi rattrista...A lui oggi voglio semplicemente dire GRAZIE!", ha aggiunto invece Giorgio Fonio. "Mi dispiace molto apprendere che Giovanni Jelmini a fine Maggio lascia il suo mandato di presidente. Ti ringrazio per tutto il lavoro che hai fatto e soprattutto come hai incoraggiato noi giovani durante questa dura campagna elettorale! Forza PPD!", ha commentato invece Gianmaria Barenco.

Marco Romano su Facebook scrive: "Giovanni mi ha inventato, insegnato tantissimo e costruito, ci siamo sostenuti ma anche scontrati. Un “numero 10” della politica. Alla fine conta il sentimento di grande stima che nutro in lui! Tutto il resto è contorno".

Ed ora? Bisognerà attendere il prossimo comitato cantonale del 20 maggio per capire come si procederà alla sua successione.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-15 02:26:18 | 91.208.130.85