Segnala alla redazione
Tipress
CANTONE
15.03.2019 - 19:490
Aggiornamento : 17.03.2019 - 17:11

La scheda verde va nella busta grigia dove c'è scritto di mettere solo la blu

Il materiale di voto ristampato crea un "pasticcio cromatico". L'invito della Cancelleria dello Stato è di "ignorare questa indicazione". Basterà?

BELLINZONA - Una campagna elettorale grigia? Ci pensa il Cantone a colorarla. La ristampa della scheda per l'elezione del Consiglio di Stato (che si è resa necessaria dopo la sentenza del Tribunale federale che lo scorso 26 febbraio ha riammesso la leghista verde Xenia Peran) ha creato un pasticcio. La nuova scheda di voto per il Governo è infatti stata stampata in verde, per distinguerla dalle precedenti di colore blu mandate al macero. Tutto bene? 

«Per evitare ritardi nella consegna del materiale - precisa in una nota odierna la Cancelleria dello Stato - non è stato invece possibile ristampare anche la busta di voto – grigia con scritte di colore blu – nella quale bisogna riporre la scheda votata del Consiglio di Stato». Sulla busta ufficiale del voto per corrispondenza compare dunque ancora la scritta «Introdurre in questa busta unicamente la scheda di colore blu riguardante l’elezione del Consiglio di Stato». Peccato che la scheda blu non esista più. Un'indicazione dunque che, sottolinea la Cancelleria, «gli elettori sono invitati a ignorare» e riporre, invece, «la scheda votata, di colore verde, nella busta di voto di colore grigio con le scritte blu». 

 

 

 

 

 

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-18 09:48:16 | 91.208.130.85