Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE Ticino
ARBEDO-CASTIONE
6 ore
Officine: «I terreni per il compenso agricolo ci sono?»
CAMORINO
7 ore
Asilanti in sciopero, l’appello a De Rosa: «Chiudete il bunker»
CEVIO
7 ore
Troppo caldo per la funivia San Carlo-Robiei
MURALTO
8 ore
Un telo nero per oscurare la scena del presunto delitto
CANTONE
9 ore
«Biometria 2020», quasi un milione per il progetto
BELLINZONA
9 ore
Con lo striscione in Parlamento per il diritto allo studio
CANTONE
10 ore
Sette milioni per sentieri e percorsi per mountain bike
CANTONE
10 ore
Il Fogazzaro fa scuola: stop alle autorizzazioni "infinite"
LUGANO
11 ore
«Altro che allarmismo, la canicola può uccidere»
CANTONE
12 ore
Mini-blocco dei ristorni: «Benino ma non benissimo»
TENERO
12 ore
Campofelice Camping Village entra nei migliori campeggi d'Europa
CANTONE
13 ore
Ristorni, il Governo trattiene i soldi dovuti da Campione
LUGANO
13 ore
Nuovi defibrillatori a Carabbia e Viganello
LOCARNO
13 ore
Droni, arrivano le nuove regole
LUGANO
13 ore
Lo IUFFP sarà alta scuola pedagogica
L'OSPITE
06.03.2019 - 16:300
Aggiornamento : 08.03.2019 - 07:17

Mobilità e futuro

Cosimo Lupi, Consigliere comunale PLR Gordola, Candidato PLR al Gran Consiglio

La nostra realtà è in constante evoluzione: seppur nel 2018 in Ticino vi sia stato addirittura un leggero calo della popolazione, in controtendenza con l’aumento demografico degli ultimi anni, è molto probabile che in futuro via sia ancora crescita. Ciò, insieme alla digitalizzazione ed a nuove forme di lavoro, ci porta a ripensare la mobilità: in Ticino va quindi consolidato il ruolo centrale dei poli urbani che, insieme alle aree periferiche, portano a valutare il concetto di “smart city” come valido e interessante per lo sviluppo sostenibile del Cantone. Questo per consentire a tutti una migliore qualità di vita, favorendo altresì le relazioni con il resto della Svizzera. L’apertura della galleria di base del Monte Ceneri nel 2020 favorirà la messa in rete dei centri urbani ticinesi dando un impulso decisivo alla cosiddetta città Ticino. 

Oltre a ciò non vanno dimenticati altri importanti progetti legati alla mobilità come il collegamento veloce Magliaso-Caslano-Ponte Tresa che si potrà integrare con l’ulteriore sviluppo della circonvallazione Agno-Bioggio e della rete Tram-Treno del Luganese, oppure il collegamento A2-A13 che sgraverà finalmente il Piano di Magadino senza dimenticare poi gli interventi per migliorare la viabilità nel Mendrisiotto. 

La “smart city” non è un concetto astratto ma un’idea concreta che va lanciata per non perdere il treno rispetto ad altre regioni svizzere. Con questa visione si possono ottimizzare e innovare i servizi pubblici, così da mettere in relazione le infrastrutture delle città con le persone che ci abitano e le loro risorse, grazie all’impiego diffuso delle nuove tecnologie della comunicazione, della mobilità, dell’ambiente e dell’efficienza energetica. Inoltre, in questo progetto si inserisce la riqualifica degli spazi pubblici grazie ad esempio a fruizioni di corsi d’acqua e creazione di percorsi che favoriscono la mobilità lenta attraverso il riutilizzo di materiali inerti. Realizzare la città Ticino permetterà di avere un Cantone moderno con i poli urbani cantonali interconnessi e più complementari al resto del territorio.  

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-27 00:59:27 | 91.208.130.85