CASTEL SAN PIETRO
23.05.2019 - 07:150

Dopo il salto iniziale Medacta zoppica

Dai 96 franchi di inizio aprile agli 80 attuali, il titolo dell'azienda ticinese è in planata dopo il debutto spumeggiante. «Non c'è nessun problema» taglia corto il fondatore Alberto Siccardi

CASTEL SAN PIETRO - Era partita col botto Medacta. I riflettori mediatici accesi sul debutto in borsa dell’azienda momò avevano registrato la soddisfazione del Ceo Francesco Siccardi per il debutto con un prezzo d’emissione a 96 franchi (e un massimo di giornata a 105.88 franchi). Un mese e mezzo dopo, la terza società con sede in Ticino quotata a Zurigo (assieme a Lastminute.com di Chiasso e Interroll di Sant’Antonino) mostra un grafico in caduta. Il titolo dell’azienda che produce dispositivi medici ortopedici, sia concessa la freddura, zoppica e una serie di sedute negative l’ha spinto a quota 80 franchi. Diventando, forse, appetibile per un rimbalzo.

Non commenta la quotazione, anche perché sarebbe contrario alla legge, il fondatore Alberto Siccardi: «Noi stiamo lavorando e siamo presissimi con l’azienda… non è che ci occupiamo dell’andamento del titolo. Ma non c’è nessun problema, in borsa si va su e giù» taglia corto l’imprenditore.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 22:18:50 | 91.208.130.87