tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
LOCARNO
47 min
«Rilanciamo l'Astrovia con un'app»
Il percorso tra la foce della Maggia e Tegna è in stato d'abbandono. Ecco le idee per rinnovarlo
BELLINZONA
50 min
Massaggi e minacce: mobbing in ufficio
L'azienda coinvolta sarebbe molto importante. Più dipendenti si sono rivolti ai sindacati.
LUGANO
11 ore
Il Covid colpisce anche via Nassa
Bucherer licenzia, ma tutto il settore orologiero in Ticino è in difficoltà. «Mancano i clienti arabi e americani»
CANTONE
12 ore
Gobbi sorpreso dalla decisione sugli eventi: «Si parlava di fine anno»
Secondo il Presidente del Governo cantonale, la decisione porrà molte competenze e costi sulle spalle dei cantoni
LUGANO
12 ore
Rivoluzione tecnologica nel calcio, un incontro con Massimo Busacca
L'evento con l'ex fischietto e oggi capo del Dipartimento arbitrale della Fifa è previsto stasera a Lugano
CANTONE
13 ore
Pornografia fra minorenni: «A chi sgarra confischiamo il telefono»
Il fenomeno dello scambio di materiale via chat o social è in aumento. Così come le segnalazioni alla magistratura.
LOCARNO
13 ore
I primi premi (tutti online) del Locarno Film Festival
Sono quelli delle iniziative dedicate al cinema del Sud-est asiatico "Open Doors Hub" e "Open Doors Lab"
LUGANO
14 ore
Riconoscimento per il restauro del portale
Sara Beretta Piccoli e Giovanni Albertini chiedono la posa di una targa commemorativa.
CONFINE
15 ore
Pregiudicato napoletano estradato a Ponte Chiasso
Gravi capi d'imputazione, da omicidio ad associazione mafiosa. Avrebbe dovuto trovarsi in custodia cautelare a Napoli
MINUSIO
18 ore
Cade con la moto e si ferisce
Un centauro è finito a terra questa mattina mentre circolava su Vian San Gottardo a Minusio.
CHIASSO
04.02.2019 - 12:020

Hupac, il volume trasporti cresce del 21%

Il gruppo con sede in Ticino ha trasportato su rotaia oltre 926'000 spedizioni stradali nel 2018

CHIASSO - Il gruppo Hupac ha trasportato su rotaia oltre 926'000 spedizioni stradali nel 2018: 163'000 in più dell'anno prima ossia una crescita del 21,4%, rileva oggi il principale gestore di rete nel traffico intermodale europeo, che ha sede a Chiasso.

Motivi straordinari - Questo forte incremento dei trasporti - precisa l'impresa in una nota - è in parte dovuto a motivi straordinari, come il recupero delle perdite di traffico in seguito alla chiusura della linea del Reno nel 2017 e all'acquisizione di ERS Railways nel giugno 2018.

Crescita maggiore nel traffico non transalpino - Il traffico non transalpino ha registrato lo sviluppo più dinamico con una crescita del 37,9%. L'aumento di quasi 98'000 spedizioni stradali (da 254'208 a 351'870) rispetto all'anno precedente è da attribuire quasi esclusivamente al volume dell'operatore ERS Railways, che è stato integrato nel Gruppo Hupac nel giugno 2018 contribuendo al risultato complessivo con circa 92'000 spedizioni stradali.

ERS Railways, con sede operativa ad Amburgo, è specializzata nei servizi marittimi dell'hinterland e completa il portafoglio di Hupac il cui focus tradizionale è il traffico continentale. ERS offre collegamenti tra i porti del Mare del Nord e numerose destinazioni in Germania, oltre a servizi supplementari come il traffico portuale, la consegna locale e lo sdoganamento.

Ampliamenti futuri - In fase di sviluppo è l'ampliamento della rete in direzione dei porti occidentali grazie alle sinergie con Hupac Intermodal. «Abbiamo ottenuto importanti successi con ERS Railways, di cui beneficia l'intero Gruppo Hupac», commenta Bernhard Kunz, CEO del Gruppo Hupac, citato nella nota.

Anche il traffico transalpino attraverso la Svizzera ha avuto uno sviluppo positivo. Rispetto all'anno precedente, Hupac Intermodal è riuscita a trasferire ulteriori 67'000 spedizioni stradali su rotaia (da 468'329 a 535'777 per la precisione), pari a un aumento del 14,4%. Quasi la metà è dovuta al recupero delle perdite di volume causate dalla chiusura di sette settimane della linea del Reno nell'agosto/settembre 2017. Nel contempo è diminuito del 4,4% (da 40'564 a 38'767 spedizioni) il trasporto transalpino via Austria e Francia.

Al netto dell'effetto Rastatt, il traffico transalpino attraverso la Svizzera è aumentato di circa l'8%. La crescita è da ricondursi ancora una volta al segmento dei semirimorchi. Attualmente questa tipologia di traffico viene instradata attraverso l'asse del Sempione fino al terminal di Novara. L'apertura del corridoio di quattro metri attraverso la Galleria di base del San Gottardo con allacciamento del terminal di Busto Arsizio-Gallarate è prevista per la fine del 2020 e aprirà nuove possibilità di trasferimento del traffico a beneficio dell'ambiente, rileva Hupac.

Stabilizzazione prevista per l'anno corrente - Nel 2019, a causa del rallentamento dell'economia, l'impresa di Chiasso prevede una stabilizzazione della domanda di trasporto. «È giunto il momento di prestare maggiore attenzione alla qualità dei servizi», sottolinea Michail Stahlhut, direttore di Hupac Intermodal. «Dobbiamo creare un ambiente stabile su cui costruire una nuova crescita».

L'offerta di Hupac comprende 120 treni giornalieri con collegamenti tra le maggiori aree economiche europee fino in Russia ed Estremo Oriente. La Hupac SA è stata fondata a Chiasso nel 1967. Il Gruppo Hupac è formato da 18 società con sedi operative in Svizzera, Italia, Germania, Olanda, Belgio, Polonia, Russia e Cina. L'azienda conta circa 470 dipendenti, dispone di 5900 moduli di carri e gestisce terminal in posizioni strategiche.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-13 06:51:23 | 91.208.130.86