Foto Ti-Press
CANTONE
24.03.2016 - 15:570
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:02

Utile di quasi 5 milioni per Migros Ticino

I ticinesi spendono 500 milioni di franchi oltre frontiera, dichiara la cooperativa

SANT'ANTONINO - Nel 2015 Migros Ticino è riuscita a chiudere i conti con risultati soddisfacenti, «mantenendo la propria politica di investimenti in progetti a favore dei soci, dei clienti e della regione».

Lo scorso anno il mercato del commercio al dettaglio ticinese ha registrato un’importante flessione della cifra d’affari, pari a oltre il 4%. Uno sviluppo causato soprattutto dall'apprezzamento del franco svizzero, dalla conseguente flessione dei prezzi e dall’aumento del turismo degli acquisti, che attualmente convoglia oltre 500 milioni di franchi, e cioè il 13% degli acquisti dei ticinesi, oltre frontiera.

La cifra d’affari realizzata nel 2015 è di 490,8 milioni di franchi, in flessione del 4,8% rispetto all'anno precedente. «Un calo provocato anche da una diminuzione dei prezzi dell’1,8%, pari a 9 milioni di franchi (che porta a più del 10% la riduzione dei prezzi totale dal 2009) e dal fatto che durante l’anno due tra le filiali più importanti della cooperativa (Centro Agno e Centro Lugano) sono state penalizzate da disagi dovuti ad importanti lavori di ammodernamento». Il 42% percento della cifra d’affari (204,3 milioni di franchi), spiega poi Migros, è stato reimmesso nell’economia cantonale sotto forma di salari e di acquisto merci e servizi.

L'utile di Migros Ticino è stato di quasi 4,9 milioni di franchi, pari a 1 franco di utile per ogni 100 franchi incassati, in diminuzione del 16,7% rispetto al 2014 ma in linea con gli obiettivi di redditività, che permettono di finanziare lo sviluppo a lungo termine della cooperativa. Complessivamente sono 1650 i collaboratori della cooperativa.

Nel corso dell’anno Migros Ticino ha ampliato e rinnovato le sue infrastrutture con un investimento di 18 milioni di franchi, che ha permesso di aprire un nuovo supermercato a Melano, ammodernare le filiali di Agno, Faido e Molino Nuovo e proseguire i lavori (che finiranno nel 2016) nella sede di via Pretorio a Lugano, dove è stato aperto il secondo centro Activ Fitness della cooperativa. In parallelo è stata avviata la pianificazione degli interventi in vista della ristrutturazione della filiale di Cassarate, dell’apertura di un nuovo supermercato a Bellinzona e, sulla scia dell’importante successo dei primi due, dell’inaugurazione di un terzo centro Activ Fitness, sempre a Bellinzona.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-12 20:37:28 | 91.208.130.87