BRUSINO ARSIZIO
08.06.2014 - 12:250
Aggiornamento : 25.11.2014 - 10:04

Fuggiti e poi tornati sul posto dell’incidente perché in stato di choc?

Auto nel lago a Brusino, l’automobilista, che viaggiava insieme a un 26enne, sarebbe stato sottoposto al test dell’etilometro

BRUSINO ARSIZIO - Sono stati in due i protagonisti che questa mattina sono andati a finire nel Ceresio a bordo dell'autovettura sulla quale viaggiavano. Dalla polizia cantonale, attraverso una nota stampa diramata a mezzogiorno, giungono ulteriori dettagli in merito all'incidente accaduto domenica mattina, dopo le 05:00, a Brusino Arsizio, in via la Poncia. 

Per quanto riguarda le dinamiche si apprende che il 29enne residente in provincia di Varese  al volante dell'autovettura che stava percorrendo la cantonale in direzione di Riva San Vitale, nell'affrontare una curva a destra, ancora per cause da accertare, ha perso il controllo del veicolo. Auto che ha dapprima urtato un'inferriata della casa posta alla sinistra, rispetto alla direzione di marcia, e quindi un albero per poi terminare la sua corsa nel lago sottostante.

Il conducente e il passeggero, un 26enne pure lui del Varesotto, sono riusciti, fortunatamente, a mettersi in salvo e ad uscire indenni dalle acque del lago.

Come riferisce la polizia i due si sono allontanati dal posto dell'incidente. Sono tornati soltanto verso le 07:15. L'automobilista sarebbe stato sottoposto al test dell'alcool. Non si sa il motivo dell'allontanamento dei due giovani. Potrebbe essere stato anche lo stato di choc ad aver provocato la "fuga" temporanea".


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-02 18:01:06 | 91.208.130.87