Keystone
CANTONE
07.10.2020 - 18:100

A quando «l'obbligo di portare la mascherina nei luoghi chiusi e a scuola?»

L'MPS invita il Governo ad agire con celerità nell'applicazione di nuove misure contro il Covid-19

BELLINZONA - «Non è ora di assumere qualche nuova misura preventiva per combattere il COVID19?».

È con questa domanda che il Movimento per il Socialismo (MPS) prende posizione sulla situazione epidemiologica attuale, esortando il Governo ticinese ad agire con celerità. 

Secondo il gruppo, sulla base della crescita dei contagi in Svizzera e (seppur in misura minore) anche in Ticino, è necessario «riflettere sull'applicazione di misure di salute pubblica» che possano servire come misure «preventive», e «protettive» verso alcuni settori.

Una stoccata anche al Medico cantonale: «Appare perlomeno singolare che le nuove direttive in materia di sintomatologia siano in controtendenza» con «l'accelerazione» della diffusione del virus, spiega il gruppo, mettendo in dubbio la decisione per la quale la tosse «non venga più considerata un possibile sintomo alla scuola elementare». 

In generale, secondo l'MPS, sono fondamentali misure incisive che possano rallentare la diffusione nel virus. «Più in particolare», invece, il gruppo chiede «l’obbligo di portare la mascherina nei negozi, nei luoghi frequentati dal pubblico (ristoranti, uffici pubblici, etc.), sui luoghi di lavoro, qualsiasi sia la loro dimensione», e anche «l’obbligo generalizzato di portare la mascherina nelle scuole medie e medie superiori».

«Sarebbero due misure sensate (che riprendono anche proposte già fatte dai medici in passato) che potrebbero facilmente essere realizzate da subito», conclude l'MPS.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 11 mesi fa su tio
In Ticino abbiamo un bravo medico,che si preoccupa della salute dei cittadini e non del portafoglio dell'economia: il dott. Garzoni è una persona responsabile e competente. Altri danno l'impressione di essere delle banderuole che dicono tutto e il contrario di tutto,cavillando sui distinguo. Si chiudano quelle attività non indispensabili,in particolare quelle che generano assembramenti senza le distanze
bami57 11 mesi fa su tio
Evviva! In Ticino abbiamo un nuovo luminare in citologia ed infettivologia, alias Matteo Pronzini. Nel caso ve ne fosse ancora bisogno ecco la dimostrazione che il virus fa più danni con la politica che non per quello che è realmente...
seo56 11 mesi fa su tio
Concordo! Abbiamo dei politici irresponsabili!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-24 00:09:19 | 91.208.130.85