Ti–Press
LOSONE
02.04.2020 - 09:210

Covid-19, troppi operai in ditta: ecco la polizia

L'azienda aveva ricevuto il nullaosta dalle autorità per lavori ritenuti urgenti. Ma con un numero limitato di personale

Le direttive non sarebbero state rispettate. Diverse le segnalazioni ai sindacati, come confermato da Giorgio Fonio (OCST). E sul posto arrivano gli agenti.

Interviene la polizia in una grossa azienda di Losone. Nonostante lo stop al lavoro dovuto all'emergenza Covid-19, la direzione aveva ricevuto dallo Stato Maggiore Cantonale di Condotta il permesso di portare avanti alcune attività lavorative ritenute "non procrastinabili". Rispettando, tra le altre condizioni, il coinvolgimento di un numero limitato di dipendenti.

Personale preoccupato – Ai sindacati sarebbe stata segnalata la presenza di un numero di lavoratori superiori al consentito. Una condizione che avrebbe messo in allarme anche il personale, già sotto pressione per la delicata situazione. Da informazioni raccolte da Tio/ 20Minuti nella giornata di mercoledì sul posto sarebbe intervenuta la polizia per effettuare le dovute verifiche. 

Diverse segnalazioni – Da noi contattato, il sindacalista OCST Giorgio Fonio conferma: «Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni in merito all'azienda in questione, che produce fibre ottiche. Le abbiamo immediatamente girate agli organi competenti. Da quanto ci risulta sono intervenuti tempestivamente. L'entità delle irregolarità è ancora da valutare. Fermo restando che sembreremmo trovarci di fronte a un'evidenza inaccettabile».  

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-30 00:15:18 | 91.208.130.87