tipress
AGNO
11.02.2020 - 10:140
Aggiornamento : 13:13

Acciuffati gli scassinatori del Malcantone

Una banda vera e propria, in manette dopo un lavoro d'indagine internazionale

AGNO - La polizia era sulle loro tracce da tempo. Alle fine sono stati acciuffati i tre "topi d'appartamento" che da gennaio a ottobre scorso hanno messo a segno una serie di furti in appartamenti del Malcantone. Si tratta di un 29enne, un 31enne e un 38enne, cittadini albanesi residenti in Italia, tutti con precedenti specifici alle spalle.

Gli arresti sono stati resi noti oggi dal Ministero pubblico e dalla Polizia cantonale. L'attività d'indagine - si legge in una nota - aveva permesso dapprima di identificare i membri della banda e quindi - a seguito anche degli ordini d'arresto internazionali emanati dalla Magistratura ticinese - di assicurali alla giustizia.

Il loro fermo è scattato tra la fine di ottobre e l'inizio del mese di dicembre 2019 in Italia e in Ungheria. I tre sono nel frattempo stati estradati e si trovano ora in stato di detenzione in Ticino. Le ipotesi di reato a loro carico sono quelle di furto aggravato, poiché commesso in banda e per mestiere, ripetuto danneggiamento, ripetuta violazione di domicilio e violazione del bando. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Pamela Pedretti.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-19 21:06:44 | 91.208.130.85