Foto Besomi
CAPRIASCA 
17.01.2020 - 14:350

Colata di fango nel riale, bloccato il cantiere

Il materiale dello scavo per le condotte del teleriscaldamento finisce nel torrente Predabuglio. L'Ufficio tecnico ordina il blocco dei lavori e il ripristino della situazione.

CAPRIASCA - Le sue acque sono rimaste chete per oltre un anno. Era dal settembre 2018 che il riale Predabuglio non faceva più parlare di sé. Il rialetto, che scorre sotto la piscina pubblica di Tesserete, aveva fatto scorrere in passato molto inchiostro per la serie di inquinamenti di cui è stato oggetto. Dell’origine misteriosa delle sue schiume si era interessato anche il Parlamento con alcune interrogazioni. Un silenzio durato fino a ieri, quando nell’ambito degli scavi per le condotte di teleriscaldamento verso la centrale termica pure in costruzione, c’è stata una copiosa colata di materiale fangoso da un tubo per le acque meteoriche. 

Stavolta nessun giallo sulle cause. Venuto a conoscenza dell’accaduto, l’Ufficio tecnico ha intimato, ieri alle 10, il blocco dei lavori alla ditta che sta eseguendo lo scavo. Anche il Cantone è stato coinvolto con la Sezione della protezione dell’aria, dell’acqua e del suolo. Da Bellinzona fanno sapere che il cantiere potrà riprendere solo dopo aver ripristinato la situazione e pianificato le misure di sicurezza. Nel contempo, come accade in casi simili, è stata aperta una procedura amministrativa nei confronti del perturbatore. Le immagini della colata provengono dalla pagina Facebook aperta anni fa da Antonio Besomi per segnalare le magagne del Predabuglio. Anche stavolta è stato lui a segnalare il problema.

Foto Besomi
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-30 00:19:45 | 91.208.130.85