TiPress
LUGANO
13.01.2020 - 18:540

Omicidio di Viganello, le ammissioni dell’austriaco

Il 34enne ha spiegato di avere ceduto alle provocazioni della vittima. Una lite nata giorni prima per futili motivi

di Redazione

LUGANO - Ha ammesso di avere picchiato il 35enne l’austriaco arrestato nell’ambito del delitto che si è consumato presso la pensione La Santa di Viganello, lo scorso 17 dicembre. A riferirlo è la Rsi, secondo cui l’uomo avrebbe anche spiegato i motivi della discussione sfociata nel sangue.

I due avrebbero litigato nei giorni precedenti al 17 dicembre. Per futili motivi. E quella sera, complice l’alcol, l’austriaco avrebbe ceduto alle piccole provocazioni del 35enne, innescando la lite che si è conclusa con un pestaggio letale.

Nel frattempo si attende l’autopsia per far luce sulla causa del decesso.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-05 00:13:22 | 91.208.130.87