Pro Natura Ticino
Chi ama la regione può contribuire al progetto.
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Un weekend sui diritti dei bambini per i 120 monitori
Ha avuto luogo l’annuale corso per i monitori maggiorenni attivi nei progetti della Fondazione IdéeSport
CANTONE
1 ora
«Il minimo che si poteva sperare, il massimo che si poteva proporre»
Il PS è fermamente deciso a sostenere l'introduzione del salario minimo sociale. Gli emendamenti proposti dalla destra? «Vogliono salvarsi la faccia di fronte al proprio elettorato»
CALANCA (GR)
3 ore
Henrik Bang è il nuovo direttore del Parco Val Calanca
Il suo compito sarà quello di condurre i lavori della fase di istituzione del parco naturale regionale
CHIASSO
4 ore
A Chiasso c'è «un gruppo armato che terrorizza la città»
Nei pressi della stazione sono stati affissi dei volantini parecchio pungenti contro la Polizia
FOTO
LUGANO
4 ore
Passaggio di comando nei pompieri di Lugano
Federico Sala ha preso questa mattina ufficialmente il posto di Mauro Gianninazzi
MENDRISIO
5 ore
Rossi e Verdi presentano L'Alternativa
«I tempi sono maturi per compiere un passo verso una nuova alleanza»
CANTONE
5 ore
L'idea di giustizia di Dick Marty in un libro
Verrà presentato martedì al Lac e raccoglie alcune delle più importanti indagini che Dick Marty ha seguito nel corso della sua carriera
FOTO
BELLINZONA
6 ore
Greina è tornata in libertà
La coturnice era stata trovata intontita, sottopeso e scoordinata nei movimenti. Ma la SPAB l'ha rimessa in sesto
CANTONE
6 ore
Salario minimo, sono 24 gli emendamenti dell’Mps
Proposto un salario orario lordo tra 24 e 24.50 franchi, perché «3'200 franchi non consentono una vita dignitosa»
CANTONE/SVIZZERA
8 ore
La solidarietà colpisce ancora
In due giorni Telethon ha raccolto 2,1 milioni di franchi
CHIASSO
21 ore
Un corteo contro le frontiere che uccidono
Dal Palapenz fino alla dogana, diversi giovani hanno voluto dire basta a un modello di società «sempre più spietato, disumano e schiavista»
CANTONE
22 ore
Rosso di sera... bel tempo si avvera
Le prossime giornate saranno contraddistinte da cieli generalmente sereni. In montagna ci sarà qualche nuvola in più e non mancherà il vento
CANTONE
1 gior
Per le Comunali nasce "TIResidenti. Il Movimento"
L'obiettivo del fondatore Stefano Introzzi è risolvere all'interno delle istituzioni i problemi «con soluzioni concrete e senza la propaganda che accomuna gli altri partiti politici»
MENDRISIO
1 gior
Processioni storiche, la prossima è la settimana decisiva
In Colombia verranno valutate le candidature per entrare a far parte del Patrimonio immateriale dell'Unesco. Due quelle che provengono dalla Svizzera
CANTONE
03.12.2019 - 14:110

"Destinazione Lucomagno", un impegno per tutti

Il progetto “Lucomagno: un Passo verso la natura” si propone di mettere in rete le eccellenze della regione per una maggiore valorizzazione del territorio in chiave turistica

BELLINZONA - «Valorizzare un territorio unico, inserito nell’inventario federale dei paesaggi di importanza nazionale e attraversato ogni anno da importanti flussi di potenziali visitatori». È con questo obiettivo che l’associazione Pro Natura, con il supporto dell’Ente Regionale per lo Sviluppo del Bellinzonese e Valli (ERS-BV) e dell’Organizzazione turistica regionale Bellinzona e Valli, ha lanciato oggi un nuovo progetto turistico battezzato “Lucomagno: un Passo verso la natura” che si inserisce nel contesto del Masterplan della Valle di Blenio. «A quasi dieci anni dalla sua nascita il Centro Pro Natura è cresciuto e si è consolidato - sottolinea Christian Bernasconi, direttore del Centro -. Anche per questo motivo sentiamo l’esigenza di compiere un ulteriore passo nella direzione di uno sviluppo delle potenzialità di quest’area».

Offerta turistica lacunosa - La regione, è stato sottolineato, può vantare una ricchezza biologica, naturalistica e culturale fuori dal comune. A differenza del San Gottardo o del San Bernardino, questo passo è contraddistinto da un transito “lento”: si tratta di un valico che integra la montagna invece di escluderla. Purtroppo, però, ad eccezione di alcuni casi isolati, l’offerta turistica è parziale, lacunosa e troppo frammentata. «Il potenziale latente è grande, ma per essere valorizzato necessita una visione condivisa da parte degli attori presenti sul territorio – prosegue Bernasconi -. È proprio per questo che Pro Natura, grazie all’esperienza acquisita negli anni, intende farsi promotore di un progetto nel quale la natura non sia solo una cornice ma il vero elemento portante che ci permetta di profilarci come Destinazione Lucomagno».

Un nuovo portale - Il paesaggio di Dötra, il Centro sci nordico di Campra, gli alpeggi del Lucomagno, la riserva forestale della Selva Secca, la sorgente e le golene del Brenno, il Passo delle Colombe, il lago di Santa Maria, la val Medel e la Cappella di Sogn Gagl. Sono solo alcune delle attrattive già oggi presenti e che si intende mettere in rete e valorizzare. Come? Attraverso uno strumento partecipativo, il portale www.destinazionelucomagno.ch, aperto agli spunti ed ai suggerimenti di tutti coloro che amano la regione. «Siamo consapevoli del fatto che progetti come  questo hanno successo solo se appassionano la popolazione, se sono condivisi e se nascono dal basso - spiega Elia Frapolli, consulente turistico che ha elaborato l’analisi territoriale e concepito la piattaforma -. Ecco perché il nostro auspicio è che siano in molti ad inserire i propri suggerimenti nel sito, a farlo vivere e a garantire una pluralità di punti di vista».

Sfide all'orizzonte - Un capitolo è dedicato alle numerose sfide all’orizzonte (pressioni nel mercato agricolo, spopolamento, traffico di transito, ecc), mentre un secondo – dal titolo “Roadmap” – è incentrato sui principali passi da intraprendere nel medio-lungo termine: l’unione dei due versanti, la destagionalizzazione dell’offerta, la messa in rete e la creazione di sinergie tra le strutture ricettive (sia a livello strategico che operativo), un calendario eventi coordinato e lo sviluppo sostenibile dell’offerta turistica. «Questa iniziativa si pone degli obiettivi concreti e si inerisce molto bene negli intenti del Masterplan della Valle di Blenio, orientato a trasformare l’alto potenziale presente in Valle in opportunità di sviluppo socioeconomico - afferma Dante Caprara, responsabile dell’antenna bleniese dell’ERS-BV -. Ciò coerentemente ad altri importanti progetti che si stanno portando avanti nell’Alta Valle, come il Centro Nordico di Campra, l’Osservatorio astronomico di Gorda, il Centro Polisportivo di Olivone o il progetto Campo Blenio-Ghirone Estate».

Binomio scienza-natura - Per Juri Clericetti, direttore dell’OTR Bellinzona e Valli, «il progetto ha il merito di attribuire un’identità chiara al territorio del Lucomagno, facendo leva su un tema che è stato messo in rilievo nel business plan della nostra regione, ovvero il binomio scienza-natura. Un altro punto di forza è rappresentato dalla volontà di dare vita a sinergie e collaborazioni. Anche questo aspetto è fondamentale per una regione territorialmente vasta come la nostra. L’unione delle forze è la condizione sine qua non per essere competitivi sul mercato turistico». Gli fa eco Simona Barmettler, direttrice di Disentis Sedrun Turismo. «Per le regioni periferiche la collaborazione è fondamentale. Il turista, sappiamo, non ragiona per confini geografici, anzi. L’idea che due Cantoni come il Ticino e i Grigioni possano mettere in risalto una risorsa comune, in questo caso una regione unica come il Lucomagno, non potrà che rivelarsi vincente agli occhi dei potenziali visitatori».

Pro Natura Ticino
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-08 17:17:30 | 91.208.130.87