tipress (archivio)
CANTONE
21.11.2019 - 15:010

Violenze contro i figli, confermate le pene

Per i fatti relativi ai genitori di Chiasso, la madre è stata condannata a otto anni mentre il padre a tre. Condannato anche il nonno per non aver sporto denuncia

di Redazione
DM

CHIASSO - L'appello ha confermato la sentenza del 2018 emessa in prima istanza dal Tribunale penale: 8 anni di detenzione per la madre, 3 al padre e 16 mesi al nonno. Quest'ultimo, secondo l'accusa, avrebbe dovuto mettere fine agli abusi denunciando l'agire dei genitori nei confronti dei 4 bambini.

Le violenze erano praticamente all'ordine del giorno. In questo clima hanno vissuto i ragazzini, costretti ad assistere ai litigi dei genitori, arrivando a nascondersi persino nell'armadio.

I dettagli emersi durante il processo - riporta oggi la Rsi - sono inquietanti: si è fatto riferimento a calci in testa, colpi inferti con una cintura e con una scarpa con tacco 12, fino ad arrivare a un pugno in faccia a un lattante.

La violenza il più delle volte partiva dalla donna (che infatti ha ricevuto la pena più severa). Ma né il marito, violento a sua volta, né il nonno, hanno fatto nulla per porre fine a questa situazione. E così, anche in appello, sono stati confermati tutti gli episodi di violenza e tutti i capi di imputazione tranne uno, che è stato derubricato. Ma non è stato sufficiente a ridurre la pena della donna.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 00:27:07 | 91.208.130.85