Ti-Press
CANTONE
17.10.2019 - 14:080
Aggiornamento : 16:11

Ottenevano merce con identità e documenti fittizi: truffe ancora in atto

È stata aperta un'inchiesta per una serie di truffe messe in atto da alcuni mesi in Ticino, oltre San Gottardo e all'estero

BELLINZONA - È stata avviata un’inchiesta per far luce su una serie di truffe al credito messa in atto da un sodalizio criminale attivo da alcuni mesi in Ticino, oltre San Gottardo e all'estero. 

Avvalendosi di società appositamente acquistate o usurpando i nomi e i recapiti di ditte realmente esistenti - ma risultate estranee ai fatti - gli autori avvicinavano le potenziali vittime con lo scopo di ottenere ingenti quantitativi di merce. Si tratta di prodotti alimentari, formaggi e salumi, cioccolato, vini di alta gamma, liquori, profumi pregiati, elettrodomestici, sigarette elettroniche, utensili e prodotti per il catering. 

Per riuscire nei loro intenti e dare una parvenza di verosimiglianza alla truffa, usavano spesso della documentazione falsa, come ricevute di pagamento postali con timbro di registrazione falsificato, timbri falsi delle società di cui viene utilizzata in maniera fraudolenta la ragione sociale, indirizzi e-mail modificati. 

I tentativi di truffa sono ancora in atto, l'invito alle società fornitrici è dunque quello di verificare dettagliatamente la documentazione che viene presentata prima di dare il via libera a qualunque genere di fornitura. 

Eventuali vittime sono invitate a contattare la Polizia cantonale allo 0848 25 55 55 o a scrivere all'indirizzo polizia@polca.ti.ch. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-14 19:33:30 | 91.208.130.87