BREAKING NEWS
Coronavirus in Ticino: altri 62 casi e 8 decessi
TiPress
CANTONE
16.10.2019 - 11:150
Aggiornamento : 13:40

Agitazione al Palapenz, nessuna rilevanza penale nell'operato degli agenti

Il Procuratore generale Andrea Pagani ha emanato un decreto di abbandono dopo la denuncia da parte di uno degli attivisti allontanato «in malo modo»

BALERNA - Il Procuratore generale Andrea Pagani ha emanato un decreto di abbandono in relazione a quanto accaduto durante la serata pubblica svoltasi il 25 settembre 2018 al Palapenz di Balerna, in occasione della presentazione del Centro federale d'asilo in zona Pasture.

La vicenda - È passato più di un anno da quella sera. I toni della serata informativa si erano accesi sin da subito, con cori e grida dal pubblico contro il razzismo. Si era arrivati poi all'intervento della polizia, che aveva allontanato delle persone (qui un video). Proprio questo intervento aveva suscitato ampie polemiche. L'Associazione Ticinese dei Giornalisti si era espressa in merito "all'evacuazione" di un operatore di TiPress dopo uno scatto che ritraeva una delle persone del pubblico accompagnate fuori a forza. «La Polizia ha limitato il lavoro correttamente svolto da un fotoreporter» avevano denunciato. Un operatore di ForumAlternativo aveva raccontato di essere stato «preso di forza da due agenti» e, una volta fuori, essere stato «sbattuto al muro» più volte. Il litigio con i poliziotti sarebbe poi proseguito dietro all'edificio, con urla e spintoni. Anche il Municipio di Chiasso si era espresso, definendo «non democratiche» le modalità usate durante la protesta. Norman Gobbi, dal canto suo, non aveva «nulla da rimproverare» agli agenti che avevano agito «nel rispetto della proporzionalità» e «senza abusi».

Fatti ricostruiti - Il Ministero pubblico fa sapere oggi che gli accertamenti penali, scaturiti da una denuncia contro ignoti agenti della Polizia cantonale, sono giunti a conclusione. E «sulla scorta di un'attenta ricostruzione dei fatti basata su numerosi interrogatori e filmati acquisiti», il Procuratore generale ha emanato un decreto di abbandono del procedimento. «Non sono infatti emersi elementi di rilevanza penale nell'operato degli agenti chiamati a mantenere l'ordine durante l'evento».

Contro il decreto d'abbandono l'accusatore privato ha facoltà di inoltrare reclamo entro 10 giorni. 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-10 10:29:23 | 91.208.130.89