deposit
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
46 min
«Valera verde e senza chimica»
CONFINE / SVIZZERA
1 ora
Svizzero truffato. Il falso intermediario sparisce con la provvigione per lo chalet
CANTONE
3 ore
Aeroporto di Agno, continua l’emorragia di passeggeri
CANTONE
3 ore
Biscotti e abbonamenti "Binario 5" per gli studenti ticinesi
BELLINZONA
4 ore
Schiume sul Lago Maggiore: «Un fenomeno naturale»
TENERO
5 ore
Sport e divertimento per giovani in carrozzella
MAGGIA
5 ore
A Maggia il Tetris è vintage
CANTONE
5 ore
Europa League in tv: gratis la prima partita del Lugano, poi si vedrà
LUGANO
6 ore
«Mio figlio parla solo tramite video»
CANTONE / SVIZZERA
6 ore
Cossi/Condotte SpA: «Milioni di imposte non pagate?»
CADENAZZO
6 ore
Cadenazzo pensa alla videosorveglianza per bloccare i furbetti
CANTONE
7 ore
Annettere Campione d’Italia: «Il Governo la pensa come Gobbi?»
LUGANO
8 ore
«È necessario attenuare il cambiamento climatico»
CANTONE
8 ore
Girardi fa istanza alla Corte d'appello: «Nel mio iPhone 5 c'è la prova »
CANTONE
9 ore
Meno automobilisti in odore di cannabis dal medico del traffico
CONFINE
11.06.2019 - 21:100
Aggiornamento : 21:32

Ripulivano le auto in dogana, denunciati due ladri "hi-tech"

La coppia agiva con un disturbatore di frequenza che impediva ai proprietari di chiudere i loro veicoli

PONTE CHIASSO - Ripulivano le auto parcheggiate al Punto Grill del valico autostradale di Chiasso Brogeda. E per farlo non usavano né di un piede di porco, né sfondavano un finistrino. Alla coppia di ladri, decisamente hi-tech, bastava un disturbatore di frequenze e il gioco era fatto.

I due aspettavano che il proprietario si allontanasse dalla vettura per entrare in azione. Con un apposito apparecchio chiamato "jammer", disturbavano le frequenze inibendo il funzionamento del telecomando. I proprietari pensavano di aver chiuso le portiere, che in realtà rimanevano aperte e quindi facili da saccheggiare.

La coppia di ladri, un 39enne cittadino italiano e un coetaneo kosovaro, non l'ha però fatta franca. Come riferisce QuiComo, gli agenti della polizia di Frontiera di Como/Ponte Chiasso hanno intuito che qualcosa non andava e hanno deciso di intervenire. 

Alla vista dei poliziotti i due hanno provato ad allontanarsi, ma sono stati controllati ed accompagnati presso gli Uffici della Frontiera. A bordo della loro utilitaria è stato rinvenuto un coltello a serramanico e l'apparecchio jammer, utilizzato anche per l’inibizione dei sistemi antifurto ed antitaccheggio.

Entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio, sono stati denunciati per il possesso di armi ed oggetti atti ad offendere e per possesso di chiavi alterate o grimaldelli.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-17 15:26:39 | 91.208.130.85