deposit
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
33 min
Mini-blocco dei ristorni: «Benino ma non benissimo»
TENERO
48 min
Campofelice Camping Village entra nei migliori campeggi d'Europa
CANTONE
1 ora
Ristorni, il Governo trattiene i soldi dovuti da Campione
LUGANO
1 ora
Nuovi defibrillatori a Carabbia e Viganello
LOCARNO
1 ora
Droni, arrivano le nuove regole
LUGANO
1 ora
Lo IUFFP sarà alta scuola pedagogica
LUGANO
2 ore
Sono loro i migliori studenti del Liceo 1
LOCARNO
4 ore
Rive invase dal legname: «Puliamo ogni mattina, ci vuole tolleranza»
RIVA SAN VITALE
4 ore
Riva accoglie i suoi campioni
LUGANO
5 ore
Caldo notturno da record sul Ceresio: 24.2 gradi
VACALLO
6 ore
«Come va l'illuminazione pubblica?»
LUGANO
6 ore
Novanta alloggi per studenti e un ristorante al posto del teatro
GAMBAROGNO
14 ore
Eroe per un giorno: salva un 70enne dalle acque
LUGANO
15 ore
«Che fine hanno fatto le panchine?»
LUGANO
16 ore
Helsinn, Giorgio Calderari entra nel Consiglio d'Amministrazione
CONFINE
11.06.2019 - 21:100
Aggiornamento : 21:32

Ripulivano le auto in dogana, denunciati due ladri "hi-tech"

La coppia agiva con un disturbatore di frequenza che impediva ai proprietari di chiudere i loro veicoli

PONTE CHIASSO - Ripulivano le auto parcheggiate al Punto Grill del valico autostradale di Chiasso Brogeda. E per farlo non usavano né di un piede di porco, né sfondavano un finistrino. Alla coppia di ladri, decisamente hi-tech, bastava un disturbatore di frequenze e il gioco era fatto.

I due aspettavano che il proprietario si allontanasse dalla vettura per entrare in azione. Con un apposito apparecchio chiamato "jammer", disturbavano le frequenze inibendo il funzionamento del telecomando. I proprietari pensavano di aver chiuso le portiere, che in realtà rimanevano aperte e quindi facili da saccheggiare.

La coppia di ladri, un 39enne cittadino italiano e un coetaneo kosovaro, non l'ha però fatta franca. Come riferisce QuiComo, gli agenti della polizia di Frontiera di Como/Ponte Chiasso hanno intuito che qualcosa non andava e hanno deciso di intervenire. 

Alla vista dei poliziotti i due hanno provato ad allontanarsi, ma sono stati controllati ed accompagnati presso gli Uffici della Frontiera. A bordo della loro utilitaria è stato rinvenuto un coltello a serramanico e l'apparecchio jammer, utilizzato anche per l’inibizione dei sistemi antifurto ed antitaccheggio.

Entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio, sono stati denunciati per il possesso di armi ed oggetti atti ad offendere e per possesso di chiavi alterate o grimaldelli.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-26 13:00:14 | 91.208.130.87