depositphotos
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Un'arma in più per lottare contro gli abusi sui minori
MASSAGNO
1 ora
Incendio in uno scantinato, evacuati in 24
CANTONE
11 ore
Il Tiro in Campagna ha fatto centro
CANTONE
12 ore
Nel tunnel Alptransit a 200 km/h: «È troppo!»
LUGANO
12 ore
StraLugano, un successo anche sul bagnato con 5’000 iscritti
MORBIO INFERIORE
13 ore
La solidarietà ha fatto gol
CANTONE
14 ore
«Mike Pompeo è persona sgradita in Ticino»
CANTONE
14 ore
Fontanieri sulla cresta dell’onda
LUGANO
16 ore
Con il cantiere è caccia al parcheggio
FAIDO
16 ore
Riaperta la Via storica della Gola del Piottino
CANTONE / BASILEA
17 ore
Pro Ticino in assemblea rinnova il Comitato centrale
MELIDE
17 ore
Violento battibecco tra allenatori, non si gioca il secondo tempo
LOCARNO
17 ore
Alla Notte Bianca anche con l'ombrello
ASTANO
20 ore
Moltiplicatore al 110%: «Accettarlo garantirà il 145%»
BELLINZONA
21 ore
Corsi di nuoto: c'è ancora tempo per iscriversi
CANTONE
05.12.2018 - 10:410
Aggiornamento : 13:59

Scassinatori senza scrupoli, identificati gli autori di almeno 41 furti

Si introducevano nella case anche se i proprietari erano all'interno. L'ammontare della refurtiva? Attorno ai 260 mila franchi

LUGANO - Un'importante inchiesta relativa a una banda di scassinatori, attiva in Ticino nel corso della prima metà del 2018, è terminata negli scorsi giorni.

Il lavoro di analisi - riferiscono il Ministero pubblico e la Polizia cantonale - aveva permesso di evidenziare un aumento dei furti con scasso nelle abitazioni in diverse zone del cantone. In base alle ricostruzioni, gli autori, approfittando del fatto che in quel periodo dell'anno le portefinestre dei balconi vengono spesso lasciate aperte o chiuse solo a ribalta, raggiungevano i piani rialzati e, con la forza fisica o un attrezzo piatto, riuscivano ad entrare nell'abitazione.

Particolarità importante, e che da diverso tempo non si riscontrava più, era poi il fatto che i ladri sovente non si facevano scrupoli a introdursi nelle case anche se i proprietari erano presenti, già a letto o intenti a guardare la televisione.

L'attività d'indagine messa in atto dalla Polizia cantonale aveva permesso dapprima di identificare parte dei membri della banda di scassinatori e, in breve tempo, di arrestarli riuscendo così a recuperare della refurtiva e a individuare il luogo dove alloggiavano.

Il lavoro di polizia ha nel frattempo permesso anche di stabilire come il sodalizio criminale risultasse composto da almeno 4 persone: un cittadino di origine italiana residente in Ticino e cittadini albanesi provenienti dall'Albania. Sono almeno 41 i furti con scasso commessi su tutto il territorio cantonale, ma prevalentemente nel Sottoceneri. L'ammontare stimato della refurtiva e dei danni si aggira intorno ai 260 mila franchi. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Roberto Ruggeri.

Importante da ultimo notare come determinanti ai fini del buon esito dell'inchiesta si siano rivelate ancora una volta le segnalazioni giunte da privati cittadini che, unite all'attività svolta dalla Polizia cantonale, hanno permesso l'identificazione del sodalizio.

5 mesi fa Importante operazione di polizia a Breganzona, tre persone in manette
6 mesi fa Ai "topi d'appartamento" piace Breganzona
Commenti
 
Gianluca Berno 5 mesi fa su fb
Bravissimi, ora però devono stare in carcere
Rolf Banz 5 mesi fa su fb
ma guarda un po ( da almeno 4 persone: un cittadino di origine italiana residente in Ticino e cittadini albanesi provenienti dall'Albania.) tutta brava gente da vomito
Claudia Portorreal 5 mesi fa su fb
Mario SuperMario
Mario SuperMario 5 mesi fa su fb
Da pazzi... ?
volabas 5 mesi fa su tio
un bravo alle nostre forze dell'ordine, anche se poi saranno presto di nuovo a piede libero
Anide Pinco 5 mesi fa su fb
Bravi. Grazie alla Pola che senza poteri da Superman ha fatto un ottimo lavoro.
Wunder-Baum 5 mesi fa su tio
Diversi anni fa hanno rubato a casa mia e in due case vicine. L’assicurazione ha pagato i danni, ma dalla polizia nessun aggiornamento ! Vi sembra normale ? A me no !
Maxy70 5 mesi fa su tio
@Wunder-Baum Meglio che non dicano niente, eviti di arrabbiarti! I ladri che hanno rubato nel mio quardiere sono stati fermati. Brava la Polizia ovviamente. Le condanne? Da ridere e per la maggior parte sospese condizionalmente! Nel campo ROM stanno facendo festa!
Wunder-Baum 5 mesi fa su tio
@Maxy70 Lo so, ma io volevo guardarli negli occhi, prenderli a schiaffi e chiedere loro dove hanno messo la refurtiva in quanto erano oggetti della mia famiglia. Li prendevo a schiaffi fin quando chiedevano almeno perdono !
Silvestro10000 5 mesi fa su tio
@Wunder-Baum "Li prendevo a schiaffi fin quando chiedevano almeno perdono !" Curioso, nella civilissima Svizzera i ladri non devono rubare ma i cittadini possono prenderli a schiaffi.
Maxy70 5 mesi fa su tio
E se quei delinquenti fossero stati sorpresi dai proprietari, come avrebbero reagito? Secondo i nostri buonisti sono dei poverini che vengono da paesi con gravi problemi e hanno avuto una infanzia difficile. Rubano soltanto da mangiare e non fanno male a nessuno. Siamo tutti sicuri?
Roby Cipriano 5 mesi fa su fb
Ameno oppure apiù?.
Monello 5 mesi fa su tio
non penso che vivano da noi ...la redazione altrimente non avrebbe messo la nazionalitä....quando dicono cittadini svizzeri é perchè sono cittadini acquisiti e la redazione queste cose non le vuole dire ....quindi ..cittadini svizzeri !!
Frankeat 5 mesi fa su tio
@Monello Redazione tendente verso sinistra?
Nicklugano 5 mesi fa su tio
Il successo dell'integrazione !
VISIO 5 mesi fa su tio
Conseguenze delle frontiere aperte !!!!!!
Yolanda Avelino Baier 5 mesi fa su fb
Grazie alla libera circolazione
streciadalbüter 5 mesi fa su tio
I soliti ROM?
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-27 07:39:28 | 91.208.130.87