tio/20minuti
+4
S.ANTONINO
26.07.2018 - 21:150
Aggiornamento : 27.07.2018 - 09:45

Dopo l'incidente cerca testimoni: «Chi mi ha aiutato si faccia vivo»

Un sorpasso, poi la caduta. Secondo il motociclista l'auto non aveva segnalato la svolta e qualcuno avrebbe assistito alla scena

S.ANTONINO - Quando si ha un incidente, a volte, si finisce per dover discutere su chi ha torto e chi ha ragione. Eppure Fabio è sicuro di una cosa, quel pomeriggio dell'11 luglio scorso, mentre effettuava un sorpasso in sella alla sua Honda CRS 450, aveva controllato che l'auto che lo precedeva (una VW Golf 1000 TSI 5), non avesse messo la freccia.

«Procedevamo entrambi su via Essegra, a S. Antonino - ci spiega -. Lei a un certo punto ha rallentato e io, dopo qualche istante, ho pensato di sorpassarla. Il tratto di strada lo consentiva e l'auto non aveva segnalato l'intenzione di svoltare».

Fabio inizia il sorpasso. Che però non si conclude con successo: «Vedo l'auto venirmi addosso. Ho provato a evitare l'impatto, ma non ho fatto in tempo. Il veicolo stava cercando di entrare su via Tre Fogli, una strada secondaria».

Fabio rovina a terra. Un'auto, che sopraggiunge in senso opposto, si ferma. «Mi hanno soccorso. Ero ferito. Qualcuno in quel momento ha confermato di aver visto l'auto svoltare senza frecce. Io però ero confuso, non stavo bene e non ho avuto la lucidità per prendere i contatti di queste persone».

Il ragazzo ha deciso di uscire allo scoperto per fare valere le sue ragioni: «Ci sono versioni discordanti su quanto accaduto e io vorrei chiarezza».

tio/20minuti
Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-28 12:26:39 | 91.208.130.89