tipress
CANTONE
28.12.2017 - 17:480

Mortale di Castagnola, caso archiviato

Consegnata la perizia, escluso l’intervento di terzi

LUGANO - Il caso è chiuso. Nell’incidente che, il 24 novembre 2016 a Castagnola, costò la vita ai due giovani russi morti nel lago dopo essere usciti di strada, non sono coinvolte terze persone. È quanto deciso dalla perizia commissionata dalla procura per far luce su questa vicenda.

L’esperto - riferisce la Rsi - ha determinato la velocità dell’auto al momento dell’impatto contro il guardrail: sotto i 50 chilometri orari in vigore su quel tratto. La BMV X6 allargò il raggio della curva, sfondò la barriera metallica e continuò la sua corsa prima di finire contro la roccia sottostante e carambolare in acqua.

Resta da capire perché la vettura non riuscì mantenere la direzione corretta. Non è chiaro se sia stato un errore di manovra. Quel che è certo è che, oltre ad essere escluso un difetto del veicolo, non sono emersi elementi riconducibili all’intervento di terzi, come invece ipotizzato a suo tempo dai famigliari di una delle vittime. Per questo motivo il caso verrà archiviato.

1 anno fa Incidente di Castagnola: «Le ringhiere sono a norma?»
1 anno fa Erano studenti le vittime russe dell'incidente a Castagnola
Tags
castagnola
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-22 10:50:52 | 91.208.130.87