tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
8 ore
È morto Oviedo Marzorini
Classe 1945, è stato primo cittadino ticinese fra il 2004 e il 2005.
SVIZZERA
9 ore
È in corso il processo ai due presunti reclutatori dell'ISIS
Si presume che i due imputati siano responsabili di diversi viaggi in Siria effettuati da musulmani svizzeri
BELLINZONA
11 ore
Robbiani, il burqa e i sacchi dell’immondizia. Il ministero pubblico: “Non è reato”
Ci sono voluti sei anni per stabilire il decreto di abbandono nei confronti di Massimiliano Robbiani
CANTONE
12 ore
Il Ticino torna a scuola, «ma le lacune non mancano»
Il SISA prende posizione: per una scuola davvero normale occorre annullare le disparità e introdurre misure di sostegno.
FOTO
CANTONE
13 ore
Il livello dell'acqua scende, il Lago Maggiore "ha sete"
Con 192.53 metri sul livello del mare, il Verbano si sta avvicinando ai minimi storici.
GIUBIASCO
16 ore
Il direttore si dimette
La Cantina sociale di Giubiasco è di nuovo senza guida, se ne va Conceprio
CANTONE
16 ore
La scuola ricomincia in aula, per tutti
Lo ha comunicato oggi il Governo ticinese: «È lo scenario che fa funzionare le scuole in maniera corretta»
BELLINZONA
17 ore
Due presunti islamisti a processo
Il dibattimento inizia oggi al Tribunale penale federale di Bellinzona. Gli imputati sono un 34enne e un 37enne
CANTONE
17 ore
Coronavirus in Ticino: nel weekend quattro casi e zero decessi
Nel nostro cantone il numero complessivo di persone risultate positive al virus sale a 3'453
CANTONE
17 ore
Disoccupati in (lieve) calo
A luglio trend positivo. Ma rispetto all'anno scorso c'è un peggioramento
ASCONA
18 ore
Quante sassate sul lungolago
Si è svolta con grande successo la nona edizione del campionato ticinese del lancio del sasso. Ecco come è andata.
CANTONE
18 ore
Biotecnologia: il miglior CEO dell'Europa centrale è a Comano
Premiato Davide Staedler che gestisce la società TIBIO
SVIZZERA
19 ore
I genitori potranno portare i figli a scuola?
Dipende dalla scuola. Alcune lo vietano espressamente. Oggi il Ticino chiarirà la sua strategia
CANTONE
21 ore
Nuove professioni crescono: una ventina i "riciclatori" in Ticino
Ivo Bazzanella è stato l’unico a concludere questo apprendistato nel 2020.
CANTONE
21 ore
C'è un iceberg d'amianto in Ticino
Il "killer dormiente" continua a fare vittime. E nelle nostre case ne spunta sempre di più
FOCUS
1 gior
I 60 giorni più difficili di Daniel Koch
Per due mesi ha avuto i riflettori puntati addosso. È stata la voce più ascoltata durante il Covid.
CANTONE
1 gior
Anche la Lega contro l'aumento delle imposte
«Si utilizzino piuttosto i ristorni dei frontalieri» si legge nella presa di posizione
FOTO
RIVIERA
1 gior
Infortunio nel riale, giovane in ospedale
L'incidente è avvenuto attorno alle 14 di questo pomeriggio
BELLINZONA
1 gior
A Galbisio spunta la segnaletica "rudimentale"
Interpellanza di Luca Madonna al Municipio
BELLINZONA
1 gior
Morti in casa anziani: «Vogliamo le dimissioni immediate»
UDC chiede pubblicamente che il municipale Giorgio Soldini e il direttore delle strutture Silvano Morisoli se ne vadano
CANTONE
30.03.2016 - 10:230
Aggiornamento : 16:37

Allarme accattonaggio: 1'417 interventi in un anno

2015 impegnativo per la Gendarmeria tra arresti, controlli, immigrati e novità

BELLINZONA - Il 2015 della Gendarmeria della Polizia cantonale è stato un anno particolare, contraddistinto dall’adeguamento organizzativo che ha preso avvio il 1. luglio. Le esigenze che hanno portato al cambiamento sono legate alle mutate condizioni in ambito di mobilità stradale, ma anche all’evoluzione dei fenomeni criminali che negli ultimi anni si sono sviluppati a sud delle Alpi.

Oltre 1000 arresti - Nel 2015 gli interventi relativi ad incidenti stradali, in collaborazione con le polizie comunali, sono stati 4'026 (-10.6% rispetto al 2014) e per incarti della Magistratura 1’163 (-15.5%). I nominativi controllati hanno raggiunto quota 55’620. Gli arresti effettuati sono stati 1’002.

Modifiche dei carichi di lavoro - La nuova organizzazione della Gendarmeria ha portato al riassetto della sua struttura, che risaliva alla Riforma del 2005, riorganizzata in 4 regioni (Mendrisiotto, Luganese, Bellinzonese e Locarnese). Il Reparto del Traffico è invece ritornato, per quanto riguarda la nomenclatura, alle origini della Stradale, mantenendo i compiti relativi al traffico e alla circolazione stradale in generale. Si deve quindi considerare che la struttura che precedentemente reggeva i ritmi e l’attività della Gendarmeria ha subito modifiche sostanziali e importanti in termini di distribuzione delle risorse, dei carichi di lavoro, degli orari di attività e in forma molto più generale della risposta alle sollecitazioni della popolazione in ambito di sicurezza.

Territorialità - Il principio comunque indiscutibilmente nuovo o meglio riportato all’attualità, è stato il concetto di territorialità, rientrato a pieno titolo come condizione ormai irrinunciabile e strategica nella tipologia di lavoro della nuova Gendarmeria. Concetto che può evolvere e adattarsi ai possibili cambiamenti dei fenomeni e all’evoluzione della criminalità. I primi riscontri sono abbastanza positivi e lasciano ben sperare per il futuro. Da parte del personale sembra riformarsi quella passione e attaccamento al territorio con l’obiettivo di riuscire a risolvere con dedizione e interesse i casi che si presentano.

Controlli manodopera estera - Nel 2015 i controlli sulla manodopera estera sono stati 489 (644 nel 2014). Le persone controllate sono state 1’938 (2’428), di queste 152 (240) sono risultate non in regola e sono state denunciate al Ministero Pubblico. I datori di lavoro denunciati sono invece stati 60 (96). 

Infrazioni legge stranieri - È stato registrato un ulteriore calo del 8.5% delle infrazioni alla Legge federale sugli stranieri assestatesi a 1’138. In massima parte concernono violazioni alle disposizioni sull’entrata/uscita e il soggiorno illegale in Svizzera, e l’attività lucrativa/impiego senza autorizzazione. Nel 2015 sono quasi raddoppiate le riammissioni semplificate dalla Svizzera verso l’Italia (389 di cui 356 accettate), relative a fermi eseguiti nella regione di confine di cittadini di Stati terzi diretti nel Nord Europa. Il numero di riammissioni dall’Italia è invece diminuito. Le attività di contrasto della clandestinità, fenomeno che vede coinvolti i  richiedenti l’asilo che si sono visti respingere la loro domanda, hanno portato alla consegna di 409 (384) intimazioni di partenza, a 93(80) rimpatri volontari, a 196 (181) rimpatri non volontari e a 22 (19) rimpatri con scorta. Al capitolo accattonaggio, durante il servizio esterno, in collaborazione con le polizie comunali, è stato riscontrato un notevole incremento di cittadini stranieri, in particolare rom rumeni residenti nella vicina Lombardia, che giornalmente raggiungono in treno Lugano per mendicare e vendere oggetti di basso pregio.

Per limitare il fenomeno sono stati organizzati vari servizi di contrasto. Su questo fronte le persone controllate in tutto il Ticino sono salite a 1'417; molte lo sono state più volte, anche dopo una o più denunce al Ministero Pubblico o al loro allontanamento dal territorio. Nel 85% dei casi la nazionalità è rumena, seguita da quelle ecuadoriana, italiana e spagnola.

Violenza domestica - Per quanto riguarda la violenza domestica sono stati effettuati 732 interventi (844 nel 2014) e si sono registrate 597 infrazioni (-13%), in massima parte lesioni personali semplici, minacce o ingiurie. In maggioranza (79.1%) si tratta di violenza fra coniugi o ex-coniugi; nel 35% di questi casi entrambe le parti sono svizzere, mentre le relazioni svizzero-straniero e straniero-straniero ricorrono rispettivamente nel 35% e nel 30% delle coppie.

Mantenimento ordine - Gli impieghi di Mantenimento ordine (MO) sono stati 36 (di cui 13 per il calcio e 23 per l’hockey) e hanno visto impegnati 1'754 agenti (totale cumulato) per un costo di circa 1.5 milioni di franchi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
navy 4 anni fa su tio
A quei rincretiniti che continuano a dare monetine a sti zozzi di seconda classe dico: quando per le strade non saranno piu' "solo" 3 o 4 ma decine, non venite a lamentarvi! A Milano e dintorni vivono in porcili da terzo mondo ma, per procreare, trovono il tempo..... A me fanno schifo e non perche' sono "di origine zingara", ma solo perche' e' feccia umana. Solitamente e fino ad oggi, quando arrivo io, alzano i tacchi loro.... e non sono armato che di parole....
monnalisa 4 anni fa su tio
Proprio oggi in centro a Lugano sulle panchine del FuniBus c'era seduta una famiglia di zingari che chiedeva soldi a tutti i passanti
ladycore 4 anni fa su tio
@monnalisa A Grancia lo scorso anno un sedicente "sono disoccupato e non ho soldi per la mia famiglia" ha ricevuto tutte le mie attenzioni e quelle della pattuglia a cui ho segnalato il tentativo di aggancio. Idem per i suonatori negli autosili degli ospedali. Per le zingare un bel panino e via.
ladycore 4 anni fa su tio
@ladycore Ah il sedicente disoccupato si presentava come ex-tossicodipendente di una comunità a cui ahimè per lui conosco chi ci lavora. È stata sufficiente una telefonata per constatare che stava usando il nome della comunità per raccogliere soldi...il poverino eh bisogna capirlo si faticava a fare il furbo
WinstonSmith 4 anni fa su tio
dovrebbero suonare su CD e diventare ricchi come ha fatto Shakira
Hardy 4 anni fa su tio
Non me ne voglia chi sta male, ma quest'anno in centro a Lugano m'è capitato parecchie volte che qualcuno si avvicinasse a me chiedendo dei soldi. Non tengo in considerazione i suonatori ambulanti che stanno fermi nel loro angolo, ma proprio persone che si aggirano per la piazza fermando un po' chiunque. Forse non stiamo raggiungendo proporzioni di grandi città ma a me un fenomeno proprio isolato - come qualcuno dice - tanto non sembra.
streciadalbuter 4 anni fa su tio
@Hardy Caro hardy,Lugano ha gli svantaggi della grande citta`senza averne i vantaggi.
ladycore 4 anni fa su tio
@Hardy Quasi quasi quest'anno gli rifilo monete dominicane o brasiliane
tazmaniac 4 anni fa su tio
ma come? Non ci dicevano di non preoccuparci perché da noi era un fenomeno isolato, praticamente inesistente, bla,bla bla??? Eeeeeh già .... e intanto sono ancora qua!
sedelin 4 anni fa su tio
ma che titolo è? come dire: "filo d'erba in crescita" mentre si parla di una piantagione di faglioli.
Cleofe 4 anni fa su tio
finchè ci sarà gente che ancora mette il soldino nel bicchierino.... hai voglia.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 03:40:11 | 91.208.130.89