Foto 20 Minuti
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
2 ore
Nuovi cestini in città, «ma il buco è troppo piccolo»
Sono pensati per contrastare i "furbetti" della spazzatura casalinga, ma per alcuni sono scomodi. La Città: «Ce li vogliono imitare»
LUGANO/ITALIA
4 ore
«La cassa malati mi ha scaricato qui»
L'odissea tra le cliniche di Dario Siciliano, bancario 33enne operato per un grave problema al cervello. Sanitas: «Obbligati a verificare»
CANTONE
6 ore
Lo psichiatra va in Appello
Era stato condannato per abusi su alcune pazienti
FOTOGALLERY
BELLINZONA
6 ore
Incastrato nell'auto, le immagini dell'incidente
Tre veicoli si sono scontrati a Claro. Uno è finito nel riale che costeggia la strada cantonale. Tre i feriti
CANTONE
7 ore
Gli animali vanno online: nasce l’Instagram per cani e gatti
A lanciare il simpatico progetto due ragazzi del Luganese, Mirko Cotti Piccinelli e Anna Gianfreda. «Gli adulti dovrebbero capire di più il potenziale dei social»
CANTONE
7 ore
La tappa locarnese del Knie è a rischio
Il circo nazionale potrebbe non tornare nella città sul Verbano: «Il sito finora utilizzato non è più idoneo alle rappresentazioni»
CANTONE
9 ore
Un weekend sui diritti dei bambini per i 120 monitori
Ha avuto luogo l’annuale corso per i monitori maggiorenni attivi nei progetti della Fondazione IdéeSport
CANTONE
9 ore
«Il minimo che si poteva sperare, il massimo che si poteva proporre»
Il PS è fermamente deciso a sostenere l'introduzione del salario minimo sociale. Gli emendamenti proposti dalla destra? «Vogliono salvarsi la faccia di fronte al proprio elettorato»
CALANCA (GR)
11 ore
Henrik Bang è il nuovo direttore del Parco Val Calanca
Il suo compito sarà quello di condurre i lavori della fase di istituzione del parco naturale regionale
CHIASSO
12 ore
A Chiasso c'è «un gruppo armato che terrorizza la città»
Nei pressi della stazione sono stati affissi dei volantini parecchio pungenti contro la Polizia
FOTO
LUGANO
12 ore
Passaggio di comando nei pompieri di Lugano
Federico Sala ha preso questa mattina ufficialmente il posto di Mauro Gianninazzi
MENDRISIO
13 ore
Rossi e Verdi presentano L'Alternativa
«I tempi sono maturi per compiere un passo verso una nuova alleanza»
CANTONE
13 ore
L'idea di giustizia di Dick Marty in un libro
Verrà presentato martedì al Lac e raccoglie alcune delle più importanti indagini che Dick Marty ha seguito nel corso della sua carriera
FOTO
BELLINZONA
14 ore
Greina è tornata in libertà
La coturnice era stata trovata intontita, sottopeso e scoordinata nei movimenti. Ma la SPAB l'ha rimessa in sesto
CANTONE
15 ore
Salario minimo, sono 24 gli emendamenti dell’Mps
Proposto un salario orario lordo tra 24 e 24.50 franchi, perché «3'200 franchi non consentono una vita dignitosa»
CANTONE/SVIZZERA
16 ore
La solidarietà colpisce ancora
In due giorni Telethon ha raccolto 2,1 milioni di franchi
CHIASSO
1 gior
Un corteo contro le frontiere che uccidono
Dal Palapenz fino alla dogana, diversi giovani hanno voluto dire basta a un modello di società «sempre più spietato, disumano e schiavista»
CANTONE
1 gior
Rosso di sera... bel tempo si avvera
Le prossime giornate saranno contraddistinte da cieli generalmente sereni. In montagna ci sarà qualche nuvola in più e non mancherà il vento
LUGANO
28.01.2016 - 14:120
Aggiornamento : 14:28

Striscioni dei molinari contro il Polo scientifico-culturale all'ex Macello

Il PS: "Bisogna affrontare il futuro di questa struttura"

LUGANO - Ieri il Municipio di Lugano ha incontrato il Consiglio di Stato per discutere in merito al destino dell'area dell'ex Macello di Lugano. È stato trovato un accordo nel prevedere un insediamento - entro i prossimi quattro anni - di un polo scientifico, culturale e divulgativo con anche la possibilità d'insediare il Museo cantonale di storia naturale.

Oggi sulla struttura sono apparsi degli striscioni che contestano la nuova destinazione dell'area: "Museo al Macello, Macello in piazza", "Ricordate il 2002?", "Fuori dal Macello occupiamo Lugano" e "Scenderemo nelle strade".

PS: "Bisogna affrontare il futuro dell’ex Macello" - L’incontro tra Municipio e Consiglio di Stato è stato accolto positivamente dal PS Lugano che, in un comunicato odierno, ricorda come l’area dell’ex Macello sia oggetto di una mozione, presentata il 26 gennaio 2014 dal gruppo PS in Consiglio comunale, il cui titolo ne riassume il contenuto: “Riqualifica dell’Ex-Macello in una cittadella del volontariato e della solidarietà”.

"Si tratta - spiega il PS - di una prospettiva discussa e condivisa con operatori sociali attivi in città (ACLI, Fra Martino, SOS-Ti, Fondazione Amilcare,…), che troverebbero in quella sede, assieme ad altri operatori pubblici e privati, gli spazi idonei per sviluppare la loro funzione - sempre più sollecitata da una situazione sociale che anche a Lugano si fa purtroppo più difficile".

"Anche il CSOA - prosegue il PS -, se condividerà le regole necessarie per la condivisione degli spazi con altri soggetti sociali, potrà svolgere un ruolo di animazione culturale e ricreativa in questa “cittadella” a vocazione sociale. La mozione PS propone quindi di risanare e riutilizzare a tal fine gli edifici con interventi limitati, poco costosi e rispettosi delle particolarità architettoniche di quel complesso”.

Il Municipio di Lugano fino ad ora non ha ancora preso posizione sulla mozione PS. La sezione Luganese dei socialisti, felice della collaborazione tra Municipio e Cantone, si augura la migliore soluzione "agli spinosi problemi del comparto scolastico del Liceo 1, che affliggono numerosi studenti e preoccupano numerose famiglie".

Il PS Lugano non esclude la collocazione di contenuti culturali all’ex Macello, ma "esige che il Municipio interagisca tempestivamente con la commissione del Consiglio comunale che si occupa della mozione ex Macello e che consideri altrettanto importante per la Città trovare una risposta alle esigenze di spazio degli enti sociali impegnati sul fronte dell’esclusione nella realtà urbana di Lugano".

Foto 20 Minuti
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
vulpus 3 anni fa su tio
Ah ah una città come Lugano in balia di un manipolo di persone che ricattano la città e le autorità. Ma c'è da chiedersi come mai non si sia mai intervenuti a sistemare questo sconcio di stabili. Che ci sia qualche cognome emerito dietro queste mura?Qualche parente di un qualche politico influente? Qualcuno ha scritto se questi non abbiano genitori che si occupino di loro. Ma signori da quando questa storia è iniziata , molti di questi personaggi saranno già nonni , ma imperterriti continuano la vita dei nullatenenti.
Spirit1968 3 anni fa su tio
I cosiddetti Molinari con cosa campano ?? Possono permettersi di NON lavorare perché "figli di Papà" che li mantengono? E intanto noi andiamo a LAVORARE per pagare a questi "anarchici" , che manco sanno cosa vuol dire , i loro vizietti e divertimenti alla faccia nostra ed in più sorbirci le loro prediche perché sanno meglio di noi com`é il mondo reale con tutte le problematiche annesse e connesse ? Ma che mi facciano il piacere di sgombrare e di andare a scoprire cosa vuol dire LAVORARE... A già , ma loro sono "figli di Papà" e guai a fargli piegare la schiena come facciamo noi tutti , nel "mondo reale"...
lo spiaggiato 3 anni fa su tio
@Spirit1968 Spirit, se lavorate ti pesa e ti indispone così tanto non è meglio che smetti oppure che trovi una professione che ti dia più soddisfazioni?... :-)
Spirit1968 3 anni fa su tio
@lo spiaggiato Sono molto soddisfatto del mio lavoro , ma sentire qualcuno dare lezioni di vita senza averla vissuta veramente mi da "leggermente" fastidio...
lo spiaggiato 3 anni fa su tio
@Spirit1968 Sarà, ma non si direbbe da quello che hai scritto nel precedente post... Usi il verbo lavorare come se fosse una punizione che ti pesa moltissimo...
Equalizer 3 anni fa su tio
Ennesima dimostrazione come i molinari e cultura siano come olio e acqua.
Zagor 3 anni fa su tio
Assurdo, e il Municipio continua a chiedere timorosamente se lorsignori hanno tempo e voglia di discutere.
sedelin 3 anni fa su tio
la proposta mi sembra sensata e intelligente. se i molinari l'accettano hanno un'occasione d'oro per avere un loro spazio all'interno di una struttura che ospita associazioni a indirizzo sociale. se non l'accettano sono dei cogl...i e che s'arrangino!
Lonely Cat 3 anni fa su tio
Troppa tolleranza con questi disadattati.
Cleofe 3 anni fa su tio
quasi quasi vado ad occupare abusivamente uno stabile pubblico, tanto a Lugano si puo'.
nordico 3 anni fa su tio
Chi paga acqua, luce, riscaldamento e assicurazioni per il macello? Lugano chiude i gabinetti pubblici per contenere i costi e continua a pagare per gli stabili dei molinari? Qualcosa non quadra.
Jimmy69 3 anni fa su tio
@nordico Triste ma vero ! Concordo pienamente
Jimmy69 3 anni fa su tio
Ma perchè questi parassiti non mettono mano al loro portafoglio e si comprano un posto tutto loro con i propri mezzi ??? Possibilmente in una zona discosta così da non venir disturbati da nessuno nelle loro attività, così imprescindibili per il benessere di tutta la collettività. Facile fare i "sociali" con le proprietà e i soldi altrui ! Inanto noi fessi continuiamo a pagare... È ora di darci un taglio a questi capricci da pseudo intellettuali alternativi !
Arpac 3 anni fa su tio
Ah.. i "molinari".. sempre nella costante ricerca di "dialogo". A ognuno i suoi bisogni. Andasse tutto bene (inteso come vogliono loro), cadrebbero tutti in depressione, la loro esistenza non avrebbe più senso.
bibis 3 anni fa su tio
allora che propongano un altro spazio da dare a questi giovani, tutte le città hanno un centro sociale e anche più di uno, possibile che Lugano non possa avere il suo? Poi per buttare giù tutto e costruire il classico palazzone? altro che "risanare e riutilizzare a tal fine gli edifici con interventi limitati, poco costosi”.. quando mai? costa sempre meno buttare giu' e ricostruire.. con tutti palazzi storici che hanno già fatto fuori negli anni. Hanno proprio bisogno di quello spazio? Lasciano posti in rovina per 30 anni (Palace) ma per il Macello c'è bisogno addirittura del consiglio di stato.. Ahhhh ecco, domanda da un milione di dollari! Perché allora non si utilizza l'ex orfanotrofio zona Pregassona che è enorme, in mezzo al verde e in rovina da cent'anni?
Cleofe 3 anni fa su tio
@bibis mandiamoci quelli del "macello" a Pregassona. o forse non e' abbastanza centrale ?
GI 3 anni fa su tio
@bibis Domanda che va posta ai "molinari"....ovvio che "in centro" è meglio.....più facile "fare attività" di qualsiasi genere.....
bibis 3 anni fa su tio
@GI Forse non sapete che prima del Macello il CSOA era in fondo alla Stampa..
bibis 3 anni fa su tio
@Cleofe Mi sembra un'ottima idea!
rita b. 3 anni fa su tio
perché non gli diamo il Parco Ciani????
GI 3 anni fa su tio
@rita b. Lo utilizzano già quando è aperto per i loro "scambi".....
Cleofe 3 anni fa su tio
non e' che si debba cercare il dialogo. Proprio non bisogna più ascoltare.
GI 3 anni fa su tio
Credo che sia abbondantemente giunta l'ora di "accompagnare" gentilmente questi signori alla porta.....sono certo che molti di loro hanno genitori sufficientemente abbienti per garantir loro tutte le attività che vogliono in un bel capannone !!
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 01:24:14 | 91.208.130.89