CANTONE
03.12.2015 - 10:270

La Rsi abbatte "Il Ponte", scatta l'interrogazione

I deputati in Gran Consiglio Fonio e Bosia Mirra si rivolgono al Consiglio di Stato per chiedere se la decisione di cancellare la trasmissione viene condivisa dal Governo

BELLINZONA - Il Ponte sacrificato sull'altare dei risparmi. La trasmissione televisiva dedicata alla integrazione e alla comprensione reciproca tra le differenti culture presenti nella Svizzera italiana sarà cancellata dalla Rsi, nell'ambito delle misure di risparmio decise dall'azienda radiotelevisiva pubblica.

Giorgio Fonio (PPD) e Lisa Bosia Mirra (PS) si rivolgono al Consiglio di Stato attraverso un'interrogazione per rivolgere alcune domande sulla decisione della Rsi di cancellare la trasmissione.

Al Governo viene chiesto se era al corrente di questa decisione e se essa viene condivisa. I due deputati chiedono, inoltre, se è stata coinvolta la Commissione cantonale per l'integrazione e a quanto ammonta il risparmio della RSI eliminando il Ponte dal palinsesto.

Fonio e Bosia Mirra si chiedono se verrà garantito uno spazio specifico e mirato al tema dell'integrazione e degli stranieri e se, con questa decisione, la Rsi non viene meno al suo ruolo, fondamentale, di servizio pubblico.

Commenti
 
madras 3 anni fa su tio
Ma perchè Canetta non taglia anche in partecipazione con soldi publici a documentari a volte innutili di suo fratello. Io non difendo la trasmisione il ponte ma a qualcuno può piacere e non sono mica queste le trasmissioni che costano. Ma che costa è il personale in esubero che c'è e una buona parte di esso frontaliere. Tutti questi giochi alla sera non costano niente secondo voi !!!!!!!!
vulpus 3 anni fa su tio
Ma che trasmissione è? Alle 2 di notte in streaming? Che sostengano l'orchestra che è meglio.
felix 3 anni fa su tio
ma i Deputati in Governo non hanno altri argomenti da mettere in evidenza e non queste cavolate? Il Ponte trasmissione inutile e con indici di ascolto penso minimi .
Disolina 3 anni fa su tio
@felix
Disolina 3 anni fa su tio
@Disolina noi poveri ticinesi tra un poco saremo come gli indiani d'America...e tutto perche' con il nostro bonismo abbiamo dato voce a tutti, ora e' tempo di riprenderci quello che ci spetta...la nostra cultura i nostri presepi il nostro dialetto, insomma le nostre radici
mgk 3 anni fa su tio
Visti i fatti di chiasso e chiaro l inutilita di queste trasmissioni
jena 3 anni fa su tio
basta solo vedere chi la rimpiange e fa scattare l'ennesima inutile interrogazione...
Bär 3 anni fa su tio
fate interrogazioni utili al governo non per queste cavolate.
ErPupone1971 3 anni fa su tio
... ma qualcuno ha spiegato al Signor Fonio che fa parte di un partito che si chiamava Partito Conservatore?!? Forse è anche per quello che il PPD ha perso ultimamente (qualche...) consenso.
GI 3 anni fa su tio
mi chiedo se, con tutti i mezzi messi a disposizione oggi, che senso abbia mantenere una trasmissione del genere.....ma chi sono coloro che l'ascoltano ??
punto 3 anni fa su tio
@GI mi chiedo se, con tutti i mezzi messi a disposizione oggi, che senso abbia mantenere una RSI ??
navy 3 anni fa su tio
@punto mi chiedo se, con tutti i VERI problemi di discriminazione sul mercato del lavoro per residenti (svizzeri doc ed altri), che senso abbia mantenere una trasmissione del genere??? ..........in Svizzera abbiamo una % alta di stranieri (se non la più alta in tutta Europa) e le cose funzionano più che bene.
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-18 23:52:40 | 91.208.130.86