Ti Press
LUGANO
17.09.2015 - 12:200

Impiegato AIL indagato per truffa, danni per oltre centomila franchi

L'uomo ha ammesso le sue responsabilità

LUGANO - Un uomo, un quarantenne cittadino svizzero, impiegato presso le Aziende Industriali di Lugano (AIL), sarà sottoposto ad un procedimento penale aperto dal Procuratore Generale John Noseda.
L'uomo, reo confesso, è accusato di truffa, appropriazione indebita, falsità in documenti e abuso di impianto per l'elaborazione di dati, il tutto compiuto nell'esercizio della sua professione.
Il danno per l'AIL sinora accertato ammonta ad oltre centomila franchi, ma sono in corso verifiche contabili per definire con esattezza la somma sottratta.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-07 09:18:07 | 91.208.130.86