Keystone
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
11 min
Approvato il CCL del personale amministrativo SUPSI
LUGANO
21 min
Nasce una nuova Colombo Wealth
PIANO DI PECCIA
54 min
Il torneo più vecchio del Ticino cerca (almeno) ancora una squadra
CANTONE
1 ora
Finanze cantonali in nero, il preconsuntivo fa ben sperare
BERNA / CANTONE
1 ora
Valichi secondari e chiusure notturne, Pantani: «Il Ticino ha bisogno di risposte concrete»
TENERO-CONTRA
1 ora
Percorso a lago, c'è l'accordo
MASSAGNO
2 ore
Assemblea generale TPL: «Primi passi verso il futuro»
CANTONE
2 ore
Due nuove “città dell’energia” in Ticino
CANTONE
3 ore
Direzione lavori, consegnati i diplomi
LUGANO
3 ore
Un trasloco blocca via Maraini
SANT'ANTONINO
4 ore
Doppio tentativo di furto a un bancomat, in manette un 35enne
BIASCA
4 ore
Al via i lavori in stazione
CANTONE
4 ore
Un tuffo in acque fresche e pulite. Nonostante le piogge
CANTONE
5 ore
Ricercato in Italia, pacificamente in Ticino: «Come mai?»
LUGANO / MENDRISIO
5 ore
A2, un potenziamento per «rivalorizzare l'intero comparto»
LUGANO
24.07.2014 - 06:130
Aggiornamento : 25.11.2014 - 10:18

All’aeroporto arriva Ruag? "Smentiamo seccamente"

Nella cordata di privati vi sarebbe il gruppo Ruag... ma da Ruag arriva una secca smentita: "Non abbiamo nessuna intenzione di investire nell'aeroporto di Agno"

LUGANO - C’è o non c’è Ruag a tirare la cordata di investitori privati che stanno tentando di planare sull’affaire Lugano Airport?  Sull’argomento sono stati spesi fiumi d’inchiostro, voli pindarici dei politici che vedevano nella compagnia tecnologica svizzera il Messia. Ma Ruag, più che il Salvatore, ha fatto la parte del... nulla. Infatti la società si dissocia fermamente da chi, presentatosi davanti al  gremio municipale, ha scritto a caratteri cubitali il nome del marchio nella proposta di investimento.

"Il nostro gruppo costituirebbe una società di gestione (oggi LASA) composta da singoli promotori, ovvero RUAG, enma holding, ecc...".Già, eccetera si legge sul documento confidenziale consegnato a mano a Municipali e membri del CdA durante l’incontro avvenuto a metà giugno.  Facendo un po’ i San Tommaso e mettendo il dito nella piaga, le domande sorgono e decollano in modo spontaneo: si sapeva del disinteresse di Ruag, si è fatto finta di non vedere o i venditori di fumo hanno fatto bene il loro lavoro? E inoltre, dietro a quell’eccetera, chi si cela nell’ombra? Chi è la volpe che sta tentando di mangiare la succulente uva del vigneto di Lugano-Agno? A questi e ad altri interrogativi arriveranno presto delle risposte. Nelle prossime settimane, infatti, è previsto un ulteriore incontro tra pubblico e privato. Ma Ruag non siederà al tavolo delle trattative in qualità di investitore.

Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-19 15:43:18 | 91.208.130.87