BELLINZONA
24.03.2014 - 07:540
Aggiornamento : 25.11.2014 - 05:36

Il sindaco Branda: "Stanno declassando l'Ospedale San Giovanni"

Mario Branda si scaglia contro la politica dell’Ente ospedaliero cantonale che starebbe potenziando l'Ospedale Civico a discapito del nosocomio bellinzonese

BELLINZONA - Il sindaco di Bellinzona, Mario Branda,  ha lanciato il sasso nello stagno e in un'intervista a laRegioneTicino ha puntato il dito contro il rischio di depotenziare l'Ospedale San Giovanni di Bellinzona, a favore dell'Ospedale Civico di Lugano. Un rischio che viene denunciato alla luce delle recenti vicende ad iniziare ad esempio dalla chirurgia viscerale, che dopo i due anni di prova all’ospedale San Giovanni, l’Ente ospedaliero cantonale (Eoc) l’ha spostata al Civico. Stessa sorte per l’ortopedia protesica e la chirurgia della mano che verrebbero tolte da Bellinzona per migrare a Locarno e Lugano.

Insomma per il sindaco di Bellinzona si sta assistendo a una concentrazione di tutte le specializzazioni nel Luganese ed al declassamento dell’ospedale di Bellinzona. "Da istituto di punta rischiamo di diventare un ospedale per le cure di base anche perché dovrà farsi carico di servizi oggi offerti nelle valli, dove si intende trasformare gli ospedali regionali di Faido e Acquarossa in istituti di cura" ha dichiarato il sindaco al giornale. E ha aggiunto: "Specializzazioni e competenze ci sono anche al San Giovanni. Non capiamo perché la concentrazione motivi sempre spostamenti da Bellinzona a Lugano, mai invece il contrario".

Il sindaco ha detto di aver avuto incontri, scritto lettere. "In risposta abbiamo avuto assicurazioni che però, per quanto riguarda la chirurgia viscerale, sono poi state disattese. Con il trasferimento della viscerale al Civico si è raggiunto il limite".

 

 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-01 21:02:47 | 91.208.130.85