FFDUL
CANTONE
19.10.2020 - 19:020

Film Festival Diritti Umani, la nuova formula è un successo

Diversi i sold-out e parecchio pubblico, anche giovani per la settima edizione della rassegna diffusa sul territorio

LUGANO - Ha funzionato ed è piaciuta, pure molto, la nuova formula inaugurata dal Film Festival Diritti Umani Lugano. Una settima edizione che ha sì dovuto fare a meno delle scuole (a causa del coronavirus) e ha quindi deciso di espandersi in “forma diffusa” sul territorio.

Una formula, questa, voluta dal Festival anche per riportare la gente in sala e che ha funzionato. A rispondere all'appello «tanto pubblico, attento ai temi del festival e al distanziamento», conferma l'organizzazione che riporta anche «numerosi sold-out, anche nelle repliche pomeridiane».

Ampio l'interesse mostrato dai giovani. Fra i film più apprezzati: il premiatissimo “Yalda”, il potente docu-dramma Lgbtq “Welcome to Chechnya” e il ritratto (non agiografico) della Thunberg “I am Greta”.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 04:39:59 | 91.208.130.89