Archivio Tipress
CANTONE
14.06.2020 - 12:330

«La salute dei lavoratori va tutelata dalla canicola»

Per i deputati MPS il Cantone dovrebbe decretare l'interruzione del lavoro durante le ore più calde

BELLINZONA - Sta per iniziare l'estate. E verosimilmente anche quest'anno dovremo prima o poi fare i conti con la canicola. Ma i lavoratori vanno tutelati meglio. Lo sostiene un'interpellanza del gruppo MPS-POP-Indipendenti indirizzata al Consiglio di Stato e firmata dai deputati Matteo Pronzini, Simona Arigoni e Angelica Lepori.

Durante i periodi di canicola - si legge nell'atto parlamentare - l'autorità cantonale «ha diramato a scadenze regolari un laconico comunicato stampa con il quale si invita la popolazione, tra le altre cose, a evitare sforzi fisici, mantenere gli stabili freschi ed evitare di stare all'aperto nelle ore pomeridiane». Tutto questo non è però possibile per migliaia di salariati. I deputati parlano di chi lavora all'esterno (settore agricolo, giardinaggio, edile e artigianale, cantonieri, servizi urbani, ristorazione ecc.) e in locali senza climatizzazione (settore industriale, settore commerciale, uffici amministrativi, ecc). E poi non mancano i settori in cui «alle alte temperature si somma il caldo prodotto da macchinari o altro materiale utilizzato».

Per i firmatari dell'interpellanza, le autorità cantonali dovrebbero fare di più per tutelare la salute «delle salariate e dei salariati» attivi in Ticino. Come? Decretando, durante i periodi di canicola, «l'interruzione del lavoro (con pagamento del salario) per il lavoro svolto nelle ore pomeridiane e/o, per settori particolari confrontati con fonti di calore (apparecchi, forni, motori, impianti industriali, ecc) il non inizio del lavoro». Un divieto che «deve essere valido anche e in primis per l'ente pubblico».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-04 16:56:35 | 91.208.130.87