Guardia di Finanza
CAMPIONE D'ITALIA
26.05.2020 - 08:580
Aggiornamento : 09:42

Abuso d'ufficio, sotto accusa due sindaci

La Procura del Tribunale di Como ha concluso le indagini sulla gestione di Comune e Casinò.

CAMPIONE D'ITALIA - Sono 19 (18 persone fisiche, oltre alla società Casinò di Campione Spa) gli indagati per la gestione del Comune e del Casinò di Campione d'Italia. È quanto risulta al termine delle indagini preliminari condotte dalla Procura del Tribunale di Como. Fra questi, spiccano anche i nomi dei due sindaci dell'enclave in carica nel periodo incriminato (2013-2018): Roberto Salmoiraghi e Marita Piccaluga. Tra i reati contestati ci sono l’abuso d’ufficio e il falso il bilancio.

Stando all'atto d'accusa firmato da Nicola Piacente, i due (ma non solo loro), avrebbero fatto gli interessi della casa da gioco a discapito del Comune, accelerandone in questo modo il dissesto finanziario dichiarato nel giugno del 2018. In particolare, alle due distinte amministrazioni comunali si contestano la rinuncia a crediti vantati dal Comune nei confronti della casa da gioco, la modifica (svantaggiosa) per il Comune della convenzione siglata nel 2014 con la società di gestione del Casinò e l'ulteriore aggravamento del dissesto del Comune facendo ricorso ad anticipi di tesoreria.

Sotto accusa, oltre ai due sindaci, anche un vicesindaco, un segretario comunale e un Capo Area Economica Finanziaria. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-25 07:01:08 | 91.208.130.86