Ti-Press (Alessandro Crinari)
+12
CANTONE
07.05.2020 - 13:060
Aggiornamento : 15:10

I negozi si preparano alla riapertura

Il Ticino si sta risvegliando: l'11 maggio scatta la seconda tappa del ritorno alla normalità

LUGANO - Una spolverata agli scaffali, ma anche una disinfezione degli spazi: a due mesi dalla chiusura decretata a causa dell'emergenza Covid-19, anche in Ticino i negozi si stanno ora preparando alla riapertura. Il prossimo lunedì 11 maggio scatterà infatti la seconda tappa del lento e graduale ritorno alla normalità.

Una tappa che riguarda un numero importante di attività economiche: non si tratta soltanto dei negozi, ma anche di bar e ristoranti, musei e biblioteche.

Si va quindi verso la normalità. Ma una normalità che, lo ha ribadito la scorsa settimana il Consiglio federale, «sarà diversa». Restano infatti in vigore le norme di comportamento e igieniche introdotte per rallentare la diffusione del virus, poiché il numero dei contagi è diminuito (negli scorsi giorni è sceso sotto la soglia dei cento casi giornalieri) ma «la crisi non è ancora finita, dobbiamo imparare a convivere con il virus fintanto che non sarà disponibile un vaccino».

Ma cosa ci aspetterà dunque nei negozi? Mascherine, guanti e disinfettanti. Ma anche i pannelli in plexiglas alla cassa «sono diventati un must» ha spiegato Lorenza Sommaruga, presidente di Federcommercio ai microfoni di Radio Ticino, che ha parlato anche dei negozi di abbigliamento: «Non c'è un provvedimento specifico, ma non sarà più possibile provare troppi vestiti, perché vanno tutti igienizzati». C'è chi lo farà coi raggi UV o con la vaporella.

Ti-Press (Alessandro Crinari)
Guarda tutte le 15 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-10 14:58:34 | 91.208.130.86