tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
ASCONA
6 ore
Prende fuoco una barca, arrivano i pompieri
I militi di Locarno sono intervenuti presso il Porto Patriziale di Ascona.
CANTONE / SVIZZERA
7 ore
Marco Chiesa candidato unico, «ma non riceverà un salario»
Toccherà all'assemblea dei delegati, il 22 agosto, esprimersi sulla nomina del ticinese alla presidenza del partito.
CANTONE
9 ore
Ecco il nuovo console d'Austria in Ticino
Il professor Giuseppe Perale è stato investito oggi, succede a Brenno Brunoni
LUGANO
9 ore
Un laboratorio di droga fai-da-te
Un 24enne del Luganese ha prodotto a casa sua diversi etti di stupefacenti sintetici
FOTO E VIDEO
MENDRISIO
10 ore
Incidente a Genestrerio, morto il conducente
Ha avuto esito letale l'incidente avvenuto questo pomeriggio in via Canova.
FOTO E VIDEO
MENDRISIO
11 ore
Auto contro il muro di una casa, grave incidente a Genestrerio
Il conducente è rimasto incastrato fra le lamiere. Non si esclude il malore. Sul posto anche la Rega.
MELANO
11 ore
Melano regala le mascherine ai suoi abitanti
Tutti i fuochi riceveranno gratuitamente una confezione di mascherine chirurgiche.
FOTOGALLERY
MENDRISIO
13 ore
Incivili in azione all'ecocentro
Rifiuti buttati alla rinfusa e fuori dalle norme: il PPD sollecita il Municipio di Mendrisio
FOTO
CANTONE
14 ore
TicinoMusica 2020, malgrado il Covid è stata «un'edizione sorprendente»
Parola dell'organizzazione che guarda con fiducia alla prossima (che sarà quella del 25esimo)
LUGANO
15 ore
Lugano PasSteggia ritornerà questo 6 settembre
Con un'edizione tutta nuova che toccherà anche Collina d'Oro e Sorengo, nel pieno rispetto delle norme sanitarie.
BERNA
15 ore
Coop punta a una nuova formazione
Per chi intende iniziare un tirocinio ci sarà prima una formazione di base, e poi una specializzazione
CANTONE
15 ore
Il Ticino ha un nuovo riciclatore
Il giovane Ivo Bazzanella ha terminato il ciclo di formazione durato tre anni.
CANTONE
15 ore
Sette nuovi casi nel weekend
I contagi dall'inizio dell'emergenza salgono a 3'442. I morti restano 350.
LUGANO
16 ore
L'Endorfine Festival non cede al virus e ospita Roberto Burioni
La seconda edizione dell'evento si terrà dall'11 al 13 settembre a Lugano e sarà aperta dal noto virologo italiano.
CANTONE
16 ore
Vigneti di collina: «Il prezzo dell'uva garantirà il loro futuro?»
I filari sulle colline sono un simbolo ticinese che potrebbe andare perso.
CANTONE
17 ore
Chiesa presidente, ma con remunerazione
Il 45enne ticinese sostiene che senza indennizzi finanziari solo i ricchi potrebbero candidarsi.
CANTONE
18 ore
Gli "sboroni" non hanno paura
Auto truccate e rumorose: la Polizia fa controlli mirati. Ma chi opera nel settore non teme conseguenze
CANTONE
19 ore
Giovani conquistati da TikTok: «Un viale per la notorietà»
Dalla Cina con furore. Fino a sbarcare negli Stati Uniti e in Europa.
CANTONE
05.05.2020 - 16:110
Aggiornamento : 18:04

Ritorno in aula: «Per comprendere l’essenza della scuola e della vita»

La Federazione docenti ticinesi condivide la preoccupazione di genitori e insegnanti ma spinge per la riapertura

BELLINZONA - Sul tema della riapertura delle scuole arriva, quasi in calcio d'angolo, giunge anche il comitato della Federazione docenti ticinesi.  E pur condividendo «le preoccupazioni di genitori, allievi e insegnanti», sottolinea come ritenga «importante che la scuola riapra e dia il proprio contributo ad una società che cerca, tra mille vincoli e difficoltà, di tornare a camminare insieme».

Insomma, anche se per poche lezioni a settimana, per il comitato docenti questa riapertura «restituisce a bambini e ragazzi il senso profondo della scuola – fatta di condivisione, di presenza, di scambio - e consente ai docenti di riappropriarsi del proprio ruolo, che è certo quello di trasmettere conoscenze e favorire lo sviluppo di competenze, ma anche accompagnare i giovani e sostenerli nella loro crescita umana, oltre che culturale».

Per la federazione, insomma, l’emergenza sanitaria «paradossalmente» offrirebbe agli insegnanti «l’occasione rara di offrire agli allievi l’opportunità di comprendere l’essenza della scuola - e della vita - in modo assai più profondo di quanto abbiano fatto ai tempi della “normalità”». 

Nonostante vengano comprese le riserve avanzate da molti docenti e genitori, si ritiene che «le diverse sedi scolastiche abbiano la possibilità di organizzare queste settimane che ci separano dalla fine ufficiale dell’anno scolastico in maniera da rispettare le regole sanitarie (avendo a disposizione tutto l’occorrente) e verificare sul campo quello che – si spera in maniera meno invasiva – sarà replicato da settembre».

«Negli ultimi anni - conclude la federazione - i docenti hanno dovuto spesso fare i conti con una società che non comprendeva le loro ragioni e con una classe politica che non ha certo fatto sconti nel criticare le loro posizioni. La risposta degli insegnanti nella fase più acuta dell’emergenza sanitaria è stata esemplare: la stragrande maggioranza di loro si è attivata in modo encomiabile ed efficiente per elaborare strategie che consentissero di mantenere viva la scuola. Ora, a nostro avviso, è il momento di continuare con un approccio costruttivo, evitando sterili polemiche e mostrando ad allievi e famiglie quanto la scuola ticinese possa essere luogo di accoglienza e competenza».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
VECCHIOTTO 3 mesi fa su tio
In prima fila fra i banchi dovrebbe andarci anche il capo dipartimento e il suo scribano. Ogni generale è sempre in prima fila con i suoi uomini. O hanno paura?
Silvana Vaccaro 3 mesi fa su fb
Se decidi di mandare i tuoi figli a scuola perché non vedono l'ora di rivedere i loro amici e tu e la tua famiglia siete in salute, ti capisco. Se invece decidi, di tenerli a casa perché li senti a rischio, ti capisco comunque. Se devi uscire tutti i giorni a lavorare perché la tua situazione finanziaria non ti permette di vivere, ti capisco. Se invece vuoi stare a casa perché hai un “cuscino finanziario” e sei in grado di vivere diversi mesi senza lavorare, ti capisco comunque. Se riapri la tua attività commerciale per cercare di evitare il fallimento, ti capisco. Se preferisci stare a casa, ti capisco comunque. Capisco che tutti abbiamo opinioni / visioni / reazioni diverse a questa crisi. Quello che ho difficoltà a capire è perché tanta rabbia e tanto odio. La maggior parte dei post che ho visto in questi giorni erano pieni di violenza e cattiveria gratuita rivolti a persone che non condividevano la stessa opinione, questo deve finire. Dov'è il rispetto? Impegniamoci insieme a metterci un po’ più spesso nei panni degli altri. Copia e incolla in grande numero per condividere il rispetto. (L’unico a cui aderisco!)
Dioneus 3 mesi fa su tio
Mio cognato è docente. Nessuno di questa Federazione lo ha interpellato a riguardo (lui è assolutamente contrario alla riapertura). Tenete quindi presente che non parlano a nome di tutti i docenti
pulp 3 mesi fa su tio
@Dioneus Su centinaia di docenti, è ovvio e scontato ci siano opinioni diverse. Sai penso che molti operai avrebbero preferito cantieri chiusi, molti che lavorano in banca avrebbero preferito avere le banche chiuse, non parliamo dei poliziotti o degli addetti alla posta. Ma davvero pensi seriamente che l'opinione comune sia la sola via da seguire?
vulpus 3 mesi fa su tio
Ora tanto can can per voler riaprire per mandare i ragazzi a scuola con tutto il correlativo pacchetto pasticciato. Ma poi a settembre ci hanno già pensato gli scienziati , come sarà la scuola? A tempo pieno,, parziale, una giornata alla settimana? Perchè c'è da ben dubitare che lsa storia cambia in 3 mesi, se quanto dicono gli specialisti, è vero
Mauz 3 mesi fa su tio
@vulpus La pressione delle famiglie è stata fortissima ...non dimentichiamolo.
Mauz 3 mesi fa su tio
@Mauz ...e non solo di quelle che tornando a lavoro non sapevano dove piazzare i figli (che per carità è una giustissima preoccupazione).
Mauz 3 mesi fa su tio
Io direi di smetterla con tutta questa demagogia una volta per tutte. Bisogna riaprire perché l’economia deve riprendere e con lei ovviamente anche la scuola. Quindi smettiamola di riempirci la bocca di frasi fatte e iniziamo. Solo il tempo ci dirà se è stato corretto oppure no.
pulp 3 mesi fa su tio
@Mauz Sacrosanta verità... ma quando c'è isteria tutti si trasformano in scienziati e politici.
Jnb 3 mesi fa su tio
@Mauz Bravo Mauz. Qui tanti non vedono oltre il loro naso. Evviva la scuola!
Mauz 3 mesi fa su tio
@pulp ...e predicatori.
Monica Ca 3 mesi fa su fb
PER NEMMENO UN MESE. SIETE DEI MANIPOLATORI.
Stefano Belotti 3 mesi fa su fb
L essenza di cosa ho lavorato alle scuole maestre che fumano nella pausa e bambini in giro a tirare sassi ma per favore non sassolini 😀😂Mi viene da ridere per i bambini ma per il resto kapput out
grande 3 mesi fa su tio
Fino a quando? Ancora per 12-18 mesi fino a quando abbiamo il vaccino?
Roberto Oliboni 3 mesi fa su fb
Damien Mattei 3 mesi fa su fb
L essenza della vita l abbiamo appresa potendo dedicare piu tempo a noi stessi Invece che faticare e correre per far arricchire altre persone.
Corrado MisterNo Nesurini 3 mesi fa su fb
Damien pf mi può indicare come far crescere l'albero dei soldi? Grazie
seo56 3 mesi fa su tio
Devono rimanere chiuse...
pulp 3 mesi fa su tio
@seo56 E perchè? Per far fare un po' di vacanza in più ai docenti che già ne hanno il triplo rispetto a noi comuni mortali?
Giovanii 3 mesi fa su tio
@pulp Poverini è tutta la vita che vanno a scuola.
Derrick 3 mesi fa su tio
@Giovanii Al liceo 1 andranno a scuola 1 giorno alla settimana e faranno scuola online , il maestro non ci sarà ... in più proibito andare in bagno dalla 8 alle 12 ... VERGOGNOSO ... e questo per comprendere l’ essenza della scuola e della vita ..... VERGOGNOSO ..... LASCIATELI A CASA !!!!!!!
Derrick 3 mesi fa su tio
@Derrick Giovanni scusa non volevo mandarlo a te
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 01:43:11 | 91.208.130.86