Deposit
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
20 min
Cambio orario: ecco le novità sulla rete TPL
Su molte linee l'orario sarà leggermente adattato. È anche prevista l'introduzione di nuove fermate
CANTONE
45 min
Formazione professionale: le differenze di genere contano
È quanto si evince dalla pubblicazione statistica "Scuola ticinese in cifre 2021".
CANTONE
52 min
In Ticino 429 contagi e cinque decessi in 48 ore
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 98, con 15 nuovi ricoveri.
VERZASCA
1 ora
In Verzasca arriva l'Escape Room
Al Castello Marcacci apre una nuova importante attrazione per la Valle.
LUGANO
4 ore
Malcantone: mezzi pubblici gratis per lo shopping natalizio
L'iniziativa "shopping senz'auto" è prevista il 12 e il 19 dicembre 2021
CANTONE
14 ore
Vaccino per partire, «ma anche per fare il bucato»
Per i non vaccinati Stati Uniti e Australia sono diventate impossibili, e la Germania invivibile.
LUGANO
19 ore
Tanti pacchetti per i bambini della casa Primavera
A consegnarli è stata l'associazione Life for Children
CANTONE
20 ore
Calano i fallimenti in Ticino
Sopra la media anche il numero di nuove aperture delle aziende nel nostro Cantone
LUGANO
21 ore
A luglio torneranno gli Swiss Harley Days
I primi tre giorni del mese saranno all'insegna delle due ruote, in riva al Ceresio
CANTONE
22 ore
Giorgio Tuti eletto per un secondo mandato al vertice dei sindacati dei ferrovieri europei
I delegati della ETF si sono riuniti in modalità digitale questa mattina
CANTONE / SVIZZERA
23 ore
«In Ticino la richiesta di uffici crollerà»
Uno studio di Credit Suisse prevede che in Svizzera la domanda di uffici tornerà a crescere.
CANTONE
23 ore
Altre tre classi in quarantena, in tutto sono 53
Il Decs ha aggiornato l'elenco delle sezioni costrette al confinamento a causa del Covid-19.
FOTO
CANTONE
1 gior
Gobbi in Vallemaggia per discutere (anche) di aggregazioni
Il direttore del DI ha incontrato gli esecutivi di Cevio, Bosco Gurin, Campo Vallemaggia, Cerentino e Linescio.
CHIASSO
1 gior
Il centro di vaccinazione momò cambia casa
L'attuale struttura di Canavée (Mendrisio) verrà spostata al Palapenz (Chiasso).
CANTONE
1 gior
Selvaggina, più che alla radioattività occhio al piombo
Il Laboratorio cantonale ha analizzato diversi "prodotti" della terra alla ricerca di radioattività e metalli pesanti
Lugano
1 gior
Due auto coinvolte in un incidente sulla A2 in direzione Chiasso
Il sinistro è avvenuto nei pressi dell'entrata autostradale Lugano Sud
LOCARNO
1 gior
Anche Locarno si mette la mascherina
Raccomandata in centro e nelle zone molto frequentate, nel villaggio di Locarno On Ice ingresso solo con il 2G
LOCARNO
1 gior
Dopo il pestaggio sarà rafforzato da subito il pattugliamento
La decisione presa dal Municipio al termine della seduta odierna.
LUGANO
1 gior
Naturalizzazione negata all'imam? Decisione da rivedere
Il Tribunale amministrativo federale ha accolto il ricorso dell'imam di Viganello, rimandando l'incarto alla SEM
CANTONE
11.03.2020 - 09:030

«È più importante la salute che l’economia. Chiudete scuole e frontiere»

Lettera al Governo da parte della Federazione Associazioni Femminili Ticino Plus

BELLINZONA - È l’ennesimo appello a chiudere momentaneamente le frontiere e le scuole che da diversi giorni arrivano, a intervalli regolari, all’indirizzo delle autorità cantonali. Oggi è il Comitato FAFTPlus, Federazione Associazioni Femminili Ticino Plus, ad avanzare la richiesta attraverso una lettera inviata al Consiglio di Stato.

Insomma parlano le donne, quelle che «per convenzione sociale» si fanno carico della cura e che a maggior ragione sentono la «responsabilità di richiamare ed esigere la priorità del diritto alla salute su ogni altro diritto e interesse».

Quindi diventa indispensabile in questi casi - fanno notare - «priorizzare il tema sanitario su quello economico». Fanno notare al Governo che gli «specialisti e le specialiste della medicina e della sanità hanno chiaramente espresso l’urgenza di limitare il contagio attraverso la chiusura delle scuole e delle frontiere». 

Ritengono che non sia efficace continuare a tenere aperte le scuole con l’obiettivo di proteggere le persone anziane senza però modificare gli orari scolastici. «Gli stessi nonni - fanno notare - continuano ad occuparsi del pranzo e del doposcuola dei bambini e i bambini sono potenti portatori del virus. Le ultime notizie riportano che anche i giovanissimi possono essere colpiti duramente dal virus».

Critiche vengono espresse al  ministro della salute federale, Alain Berset, «che trova normale esprimere ai media di non sentire la responsabilità di prendere decisioni sulle frontiere, così pregiudicando l’economia».

Le richieste delle donne sono quelle dunque di chiudere immediatamente le scuole e organizzare l’insegnamento in via telematica. Di adottare un provvedimento, da disegnare con attenzione e cautela, rivolto alla chiusura temporanea delle frontiere, concentrandosi su interventi mirati. Quindi sostenere economicamente le aziende (es. rinvio pagamenti delle tasse, aiuto al credito e alla liquidità di breve termine, e così via) per non pregiudicarne l’attività e danneggiare la forza lavoro; sostenere economicamente le famiglie che devono supplire al ruolo di custodia delle scuole. Inoltre chiedono di  adottare misure #tuttiacasa da comunicare in modo preciso e serio alla popolazione, facendo appello alla responsabilità individuale per evitare la diffusione del virus in tempi troppo brevi e insostenibili. E infine di includere le donne nei processi decisionali. «È sconcertante - concludono - che non si sia ritenuto di chiamare le donne (tecniche e specialiste, che non mancano) al tavolo prima di prendere delle decisioni che hanno impatto immediato sulle condizioni di vita, professionale e privata, di tutta la popolazione».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lollo68 1 anno fa su tio
Ieri c'erano i controlli alle stazioni per mantenere le distanze tra le persone, ma poi se uno saliva sull'autopostale che trasportava i ragazzi delle scuole medie si trovava schiacciato come una sardina.
GIGETTO 1 anno fa su tio
ROMA - I casi positivi di Covid-19 in Italia sono 10590, ovvero 2076 in più rispetto a quelli conteggiati 24 ore fa. Il numero complessivo dei contagiati ha raggiunto i 12462, ha comunicato il commissario per l'emergenza Angelo Borrelli nella conferenza stampa quotidiana della Protezione Civile. CHIUDETE PER L'AMOR DEL CIELO SUBITO CONFINI E SCUOLE....CHE QUALCUNO FACCIA QUALCHE COSA!!!!!!!!
spank77 1 anno fa su tio
Medici di tutta la Svizzera e personale sanitario !!!! Unitevi e rivolgetevi all Organizzazione Mondiale della Sanità !!!!! I riflettori mondiali su questo insensato gioco dei "provvedimenti" proporzionali...non si tratta di regolare il traffico o altro...qui è in gioco tutto il Sistema sanitario e la salute di molte persone.
Tato50 1 anno fa su tio
@spank77 Parli della stessa Organizzazione della Sanità che poco tempo fa diceva di non allarmarsi però era solo un problema "cinese" Alla faccia della serietà; da licenziare tutti-;(((
moma 1 anno fa su tio
Stiamo scoprendo l'altra faccia della medaglia globalizzazione e libera circolazione delle persone. Non c'è altro da dire.
Lore62 1 anno fa su tio
@moma La politica l'ha voluta a tutti i costi, e i cittadini l'hanno votata, anche i virus ne approfittano, cosa vuoi di più... XD Non rinunceranno MAI allo sfruttamento dei "disperati", la nostra economia funziona solo così, tu (residente) sei una pedina sacrificabile!
Tato50 1 anno fa su tio
Chiudete anche la RSI perché quando al TG delle 12.30 invitano quelli che hanno più di 65 anni con febbre alta e difficoltà di respirazione a non andare in Ospedale per evitare intasamenti. Aaaameeenn -;((((
4cerchi 1 anno fa su tio
Ticino =Lombardia lombardia=Italia ticino=Italia infestata
4cerchi 1 anno fa su tio
Ora non lamentiamoci delle lunghe code in auto... Ah ah ah poi si cercherà una soluzione e apri di qua e chiudi di là. DISORDINE,INQUINAMENTO E Bla bla bla
4cerchi 1 anno fa su tio
I lombardi sono abitanti dell Italia. Italia dichiarata zona rossa. Ma di che cosa parliamo. Tutte le nazione chiudono all Italia. La Svizzera pagherà col tempo questa alleanza. Poi ne riparleremo. IGNORANTI
spank77 1 anno fa su tio
E mi complimento per la scelta di totale responsabilità civile per quei frontalieri che hanno deciso di trasferirsi momentaneamente in Ticino. Bravi, Fate la cosa giusta per voi, le vostre famiglie e il terrritorio Ticinese . E davvero la cosa piu saggia da fare.
spank77 1 anno fa su tio
Tanto alla fine I costi a corto e specialmente a lungo termine delle conseguenze di queste scelte "economiche" a discapito della salute saranno molto maggiori. Vedremo chi ha ragione. L'economia -materiale-si riprende con il tempo ...lo abbiamo gia visto -la salute no.
Arciere 1 anno fa su tio
Non mi sembra un grande problema chiudere le scuole, il tempo di vederci un po' più chiaro. Alla peggio si può recuperare il tempo "perso" prolungando l'anno scolastico di due settimane in estate. Condivido il pensiero che la salute viene prima di ogni altra cosa; la salute non ha prezzo, per il resto c'è modo di arrangiarsi.
spank77 1 anno fa su tio
@Arciere ALmeno dove si può. Pero dopo occorre controllare che gli adolescenti non si assemblano se le scuole vengono chiuse. Occorre studiare da casa (autodisciplina). Ovvio che non deve essere tempo libero o vacanza
Tato50 1 anno fa su tio
Quando si accorgeranno che i costi della salute generano più spese dell'economia, magari, chissà ....................
Lilly Formina 1 anno fa su tio
@Tato50 Di questo se ne sono già accorti di sicuro, ma la logica dei nostri padroni, intrallazzati fino all'osso con gli impresari, è un'altra: i costi della salute li paghiamo noi di tasca nostra senza alcuna contropartita e quindi vanno ad impoverire i cittadini normali; i danni all'economia toccano invece anche gli amici degli amici. Quindi meglio tartassare i comuni mortali e sgravare chi, in futuro, potrà ricambiare il favore offrendo cadreghe d'oro in consigli di amministrazione vari. D'altra parte i poveri consiglieri di stato e medici cantonali non manterranno l'attuale carica a vita, e devono pure pensare al loro futuro.
Tato50 1 anno fa su tio
@Lilly Formina Infatti; se ci saranno perdite per l'economia qualcuno interverrà per tappare i buchi. Noi poveri mortali possiamo solamente prepararci il buco e saltarci dentro -;(((
streciadalbüter 1 anno fa su tio
Evviva la libera circolazione( e anche quella del virus).
Nordica 1 anno fa su tio
Le donne ascoltino i medici... i politici che si sentono invulnerabili non capiscono nemmeno che sono proprio loro più a rischio: uomini di una certa età... ma saranno tutti senza figli e nipoti?!?
occhiodiairolo 1 anno fa su tio
vogliono i bambini a casa ma non vogliono curarli... bene...
Tato50 1 anno fa su tio
@occhiodiairolo Cosî se il nonno parte per le grandi praterie chissenefrega; il problema per loro è trovarne un altro. Ma una che sta a casa e si guarda i propri figli esiste ancora e non andiamo sulla solita "menata" che devono tutte lavorare per arrivare a fine mese. Chiudere le scuole va bene, ma le mamme che vanno in giro a impestare gli altri un po' meno ;-((
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-09 10:58:21 | 91.208.130.87