TIO/20M/GIORDANO
I bimbi della scuola dell'infanzia sono pronti per il Rabadan
+1
BELLINZONA
19.02.2020 - 22:050
Aggiornamento : 20.02.2020 - 10:55

Ecco cosa hanno architettato i bimbi per il Rabadan

La scuole dell'infanzia di Olivone e Ludiano ironizzano sulle terme di Acquarossa

Durante il corteo mascherato i bambini saranno alle prese con la leggenda della strega Romualda.

BELLINZONA - Una bottiglietta con un liquido rosso. Stupirà il pubblico del corteo mascherato dei bambini, in programma per venerdì al carnevale Rabadan di Bellinzona. La porteranno con sé gli allievi delle sezioni di scuola dell’infanzia di Olivone (Blenio) e di Ludiano (Serravalle). Un modo per ironizzare simpaticamente sulle terme di Acquarossa, oggetto di dibattiti infiniti. «Ma anche l’opportunità per fare conoscere ai bambini il nostro territorio – fa notare Alexia Devittori, maestra a Olivone –. Il progetto non è solo legato al corteo. Più avanti ci recheremo veramente ad Acquarossa, a vedere la sorgente da cui sgorga questo liquido, che ha una temperatura di 27 gradi». 

Una storia affascinante – E quella della sorgente di Acquarossa è una storia affascinante, legata anche ad alcune leggende, tra cui quella della strega Romualda. «Sono storie popolari che aiutano comunque i bambini a sviluppare un certo attaccamento al territorio e alle tradizioni – sostiene Fosca Giannini, docente a Ludiano –. La strega dapprima aveva avvelenato quella sorgente, per poi essere sconfitta dagli stessi abitanti di Acquarossa».

Un’esperienza educativa importante – Intanto, come si vede nel video realizzato da Tio/ 20 Minuti proprio a Olivone, i bambini sono carichi. Con il loro entusiasmo canteranno una parodia del brano “La vasca”, di Alex Britti. «Per i nostri bimbi la trasferta al Rabadan è un’esperienza educativa importante – riprende Fosca Giannini –. E anche le loro famiglie sono coinvolte». «Vogliamo che per gli allievi sia davvero una giornata rilassante – aggiunge Alexia Devittori –. Per questo ogni bambino sarà accompagnato da un genitore, o comunque da un adulto di riferimento». 

Cresce l’interesse “extra Bellinzonese” – La partecipazione delle classi di Olivone e Ludiano al corteo dei bambini del Rabadan dimostra il crescente interesse delle scuole “extra Bellinzonese” per questa manifestazione. «È così – ammette il coordinatore del corteo Andrea Huber –. Ogni anno abbiamo in media circa 3.000 bambini delle elementari e della scuola dell’infanzia provenienti un po’ da tutta la Svizzera italiana. Ed è vero che aumenta sempre di più il numero di scolaresche che arriva da località al di fuori del Bellinzonese». 

Oltre il 50% usa i mezzi pubblici – Un incremento dovuto anche alla stretta collaborazione tra Rabadan e vari partner nell’ambito dei trasporti. «Oltre il 50% delle 150 classi che partecipano al corteo ci raggiungono con i mezzi pubblici – dice Huber –. E anche questo dato è in aumento. Proprio per facilitare il rientro delle scolaresche, il corteo dei bambini, che partirà alle 14.30, sarà percorso al contrario rispetto a quello degli adulti. E cioè da Piazza Indipendenza al piazzale della stazione ferroviaria. Non dimentichiamo, inoltre, che noi sosteniamo ogni classe partecipante con un piccolo, ma significativo, contributo per le spese». 

TIO/20M/GIORDANO
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-10 05:47:27 | 91.208.130.85