tipress
LUGANO
24.01.2020 - 14:440

La Funicolare festeggia così i 130 anni

Sul San Salvatore un programma di eventi e iniziative da qui alla fine dell'anno. È stato presentato oggi

di Redazione
DILL

LUGANO - Centotrent’anni e non sentirli. La Funicolare del San Salvatore, fondata nel 1888, non sembra subire il peso del tempo. E celebre l'anniversario della messa in esercizio - il 20 marzo 1890 - con una serie di eventi.

Con oltre 18 milioni i passeggeri trasportati nella sua "vita" - di cui 200mila solo nel 2019 - la Funicolare ha di che festeggiare. Il programma delle iniziative, che si terranno da febbraio alla fine dell'anno, è stato presentato oggi in conferenza stampa. 

Si comincia con l'escursionismo. E la posa di nove nuove tavole sinottiche lungo il percorso in vetta, in collaborazione con il Touring Club Svizzero. A queste si aggiunge il restauro delle due storiche tavole del 1902 della “Pro Lugano” incise su rame, rivolte a settentrione e a meridione e sistemate sul tetto della chiesa.

È prevista anche una mostra itinerante della storia della funicolare che verrà portata nei prossimi mesi nei principali centri del cantone. Appuntamento clou quello previsto per sabato 9 maggio (dalle 10 alle 17) con una festa aperta a tutti e una giornata delle porte aperte organizzata in collaborazione con Swisscom.

A metà anno è in programma l’allestimento di una mostra fotografica negli spazi del Ristorante Vetta intitolata “San Salvatore 4x4”. Presenterà temi radicati al territorio con immagini che rappresentano le 4 stagioni e i 4 punti cardinali.

Il 2 luglio sarà invece inaugurata la sesta edizione della mostra dedicata al manifesto turistico intitolata “Dal Gottardo 1882 al Ceneri 2020”. Nel contempo, sull’onda del successo riscontrato nel 2019, verrà riproposto in cima al monte il concerto “Un’alba da ammirare e ascoltare“.

In settembre, in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico, verrà pubblicata una nuova fiaba del Bafalòn, il misterioso personaggio che secondo una leggenda popolare abita una grotta del famoso monte di Lugano, protagonista de «Il tesoro del Monte San Salvatore» dato alle stampe cinque anni or sono e successivamente distribuito gratuitamente dalla Società in tutte le prime elementari del Cantone e della Mesolcina. Il nuovo volume, intitolato “Il rapimento del Bafalòn”, sarà affiancato dalla costruzione della casetta alberata del Bafalòn che troverà posto nell’ampliato parco giochi. Sempre in settembre avrà luogo una giornata organizzata con l’Istituto Dalle Molle (IDSIA-USI/Supsi) sull’intelligenza artificiale e la robotica per i giovani.

Da segnalare infine i numerosi appuntamenti gastronomici previsti in vetta sull’arco dell’anno e il rinnovo della ParadisoCard per il 2020, convenzione che lo scorso anno ha permesso di portare in vetta oltre 4500 residenti nel comune.

Il 18 giugno avrà luogo l’assemblea generale degli azionisti, dove verranno illustrati i risultati conseguiti dal sodalizio e quelli relativi al primo inverno d’attività. L’assise sarà anche il momento per sottolineare gli importanti investimenti previsti i prossimi due anni: circa 3 milioni di franchi destinati a importanti opere legate al rinnovo della concessione.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-29 15:04:31 | 91.208.130.85