tio/20min
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO E VIDEO
BALERNA
6 ore
Ultimo sforzo per una "casa del carnevale" più accogliente
Gran parte della ristrutturazione del capannone situato a due passi dal Palapenz è stata ultimata. Ma servono ancora 50mila franchi
LUGANO 
8 ore
«Le mascherine contro il virus vanno a ruba anche a Lugano»
Il confronto con la Bahnhofapotheke Zürich è di 24mila pezzi contro 300. Ma anche alla farmacia della stazione c'è stato l'assalto "cinese"
CANTONE/ITALIA
9 ore
La ticinese Elly Schlein è la più votata in Emilia Romagna
Diverse le esperienze politiche già messe alle spalle, anche in ambito europeo
BELLINZONA
10 ore
Sacchi sul Viale, pochi i trasgressori: «Per loro 200 franchi di multa»
Il capo-dicastero Christian Paglia traccia un bilancio positivo a 8 mesi dall’introduzione dei cassonetti interrati nel centro storico: «Prossimi passi Bellinzona e Giubiasco. Poi tutti i quartieri»
CANTONE
12 ore
«Ridiamo vita ai nuclei tradizionali»
Il PLR, con un'iniziativa parlamentare, chiede d'introdurre degli incentivi finanziari per sostenere i lavori di restauro degli edifici
CANTONE
12 ore
Sei stato in Cina e non stai bene? «Non andare dal medico, chiamalo»
Arrivano le raccomandazioni del DSS che nel contempo rassicura la popolazione sul coronavirus: «Al momento non c'è da preoccuparsi»
CANTONE
13 ore
«L'alcol non è Satana, meglio educare che proibire»
Per Andrea Conconi, direttore Ticinowine, la nuova legge sulla vendita delle bevande alcoliche penalizza fortemente il settore vinicolo. E non solo
CANTONE
14.01.2020 - 08:490

«A Lugano le autorità comunali segregano i propri inquilini?»

L'MpS interpella il Governo sulla situazione in via Pregassona: «Anche l’autorità cantonale è responsabile dell’applicazione della legge sanitaria»

LUGANO - Fa discutere il caso degli inquilini bloccati in via Industria a Pregassona, sollevato da un articolo di Tio.ch/20minuti. Dopo l'interpellanza di Rodolfo Pulino (rivolta al Municipio di Lugano), anche l'MpS si china sulla questione degli ascensori fuori uso nello stabile. E lo fa, in questo caso, rivolgendosi direttamente al Governo.

«Tale situazione - si legge nell'atto parlamentare - chiama in causa non solo le autorità comunali di Lugano, proprietarie di questo centinaio d’appartamenti, ma anche l’autorità cantonale responsabile dell’applicazione della legge sanitaria». «Scopo di questa legge - sottolinea l'interpellanza - è la promozione e la salvaguardia della salute della popolazione quale bene fondamentale dell’individuo e interesse della collettività nel rispetto della libertà, dignità e integrità della persona umana. Questi scopi vengono, tra gli altri, conseguiti mediante la salvaguardia delle condizioni indispensabili al mantenimento della salubrità dell’ambiente abitativo. Non ci pare che sia quanto avviene in via Industria 20 a Pregassona».

Qui di seguito le domande poste al Consiglio di Stato:

  • Per quale ragione i proprietari degli stabili di via Industria 20 a Pregassona non hanno provveduto a ristabilire delle condizioni abitative salubri e dunque garantire un ottimale funzionamento degli ascensori?
  • Negli scorsi anni sono stati fatti i regolari controlli di manutenzione e verifica degli ascensori? Come è possibile che non si sia potuto prevenire queste panne dei 9 ascensori?
  • Questa vicenda di Lugano interviene negli stessi giorni nei quali è ritornata d’attualità la vicenda degli inquilini di palazzo Carpano a Chiasso. Non vi sono dubbi che il Cantone, di fronte a queste vicende che tendono a moltiplicarsi, ha degli obblighi di vigilanza e intervento che gli derivano dalla Legge sanitaria. Cosa intende intraprendere per fare in modo che la Legge venga rispettata?
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-28 05:07:39 | 91.208.130.87