Ti-press (Francesca Agosta)
+ 12
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
5 ore
Progetto di rilancio PLRT: al via con i gruppi di lavoro tematici
Il Comitato cantonale ribadisce anche il sostegno all’Aeroporto di Lugano-Agno
BREGGIA
6 ore
Anziano si ferisce su un sentiero tra Sagno e Vacallo
Lo sventurato è stato portato al pronto soccorso dell'Ospedale della Beata Vergine
GORDOLA
6 ore
Operatore sociale, che fare?
Alberto Togni, del Gruppo Alternativa Gordola, ha inviato un'interpellanza al Municipio di Gordola
CANTONE
9 ore
8000 franchi per un giovane siriano violento. In Ticino?
Massimiliano Robbiani ha inviato un'interrogazione al Consiglio di Stato
CANTONE
9 ore
Per un ticinese su cinque andare in vacanza è un miraggio
Una fotografia delle difficoltà economiche in Ticino partendo dall'indagine sulla povertà e sui redditi pubblicata oggi dall'Ufficio di statistica
VIDEO
MENDRISIO
10 ore
A spasso al Foxtown tra cinesi e psicosi
Come vengono accolti i visitatori cinesi dai negozianti e dagli altri clienti? Con la videocamera nel noto centro commerciale
CANTONE
10 ore
«La rigidità ideologica del sindacato non conosce ragionevolezza»
I giovani Plr si scagliano contro Unia e la decisione di ricorrere contro la nuova legge sugli orari dei negozi
BREGAGLIA (GR)
11 ore
Frana di Bondo, la conferma: nessun responsabile
Respinto il ricorso dei parenti delle vittime. Nessuno può essere accusato di negligenza
CANTONE
12 ore
Concessionaria nel mirino per presunti illeciti
Il gruppo vende veicoli multimarca a Cadenazzo, Grancia e Mendrisio
FOTO E VIDEO
AIROLO
12 ore
È tornata la neve, ma non i disagi
Nelle valli superiori del Ticino sono caduti circa dieci centimetri di coltre bianca. Diramata un'allerta moderata
CANTONE
14.12.2019 - 19:530
Aggiornamento : 22:09

Processioni, Cassis: «A Pasqua ci ricordate che “la bellezza salverà il mondo”»

Il Consigliere federale è intervenuto in occasione dei festeggiamenti per l’inserimento delle processioni della Settimana Santa nel patrimonio Unesco

MENDRISIO - Il Consigliere federale Ignazio Cassis è intervenuto in occasione dei festeggiamenti per l’inserimento delle processioni della Settimana Santa nel patrimonio Unesco. Per celebrare questo momento storico, la città di Mendrisio ha chiamato a raccolta tutti i cittadini e i simpatizzanti alla cerimonia di scambio degli auguri presso il Centro manifestazioni mercato coperto.

Prendendo parola Cassis ha voluto ringraziare «tutti coloro che per questa vittoria hanno lavorato sodo senza perdere per strada, davanti alle sfide di tutti i giorni, la propria identità. Un pensiero particolare va a Giuseppe Poma, presidente della Fondazione per ben 40 anni: non ha potuto godere di questo successo, ma ne è stato un artefice imprescindibile». Questa tradizione è particolarmente importante perché, citando Dostoevskij, il Consigliere federale è del parere che «a Pasqua ci ricordate che “la bellezza salverà il mondo”».

Il record - Non solo un traguardo, ma anche un record. L’entrata come tradizione immateriale nel patrimonio Unesco delle processioni della Settimana Santa porta una tripletta al Canton Ticino, che con tre patrimoni Unesco – oltre alle Processioni il Monte San Giorgio e i castelli di Bellinzona – è in testa alla classifica nazionale.

Democrazia e dialogo - Le processioni sono state prese come esempio per sottolineare come siano un bellissimo esempio di democrazia della cultura: «Qui a Mendrisio la cultura non è elitaria - continua Cassis - ma popolare e partecipativa. Le processioni sono anche un impressionante esempio di dialogo tra generazioni: da un lato perché coinvolgono persone di ogni ambito ed età, dall’altro perché la tradizione si tramanda nelle famiglie attraverso i secoli».

L’identità - «Per la Svizzera - ricorda il Consigliere federale - le processioni sono la quarta iscrizione nel patrimonio immateriale, dopo la Fête des vignerons (2016), il carnevale di Basilea (2017) e la gestione delle valanghe (2018). Ma non è tutto: abbiamo all’attivo anche due candidature collettive andate a buon fine: l’anno scorso abbiamo ottenuto assieme ad altri 7 Paesi europei il label Unesco per l’arte dei muretti a secco. E pochi giorni fa, assieme alle processioni, è diventato patrimonio immateriale anche l’alpinismo, una candidatura portata avanti da Svizzera, Francia e Italia. Muretti, montagne, vendemmia, maschere, processioni. Non sono fattori secondari, ma tratti distintivi della nostra cultura e della nostra identità. Sono, per l’appunto, veri e propri patrimoni che meritano di essere riconosciuti come tali, in primo luogo da noi stessi, e poi dalla comunità internazionale».

Unesco in Ticino - Il prossimo mese di maggio il Ticino ospiterà la settima riunione interregionale delle Commissioni nazionali per l’Unesco. È la prima volta che questo evento avviene in Europa, e avrà luogo a Lugano, «nel cuore del continente europeo».

Ti-press (Francesca Agosta)
Guarda tutte le 16 immagini
Commenti
 
Roberto Giannazzo 1 mese fa su fb
🙈
Wunder-Baum 1 mese fa su tio
Bravo ignazio, ben detto !
Ade Gheiz 1 mese fa su fb
Ora che la poltrona è salva, è sollevato
fakocer 1 mese fa su tio
S'é l'ha stüdiaa cusé stù Cassis par tirà föra tütt ki parol dificil in un'atim....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-29 05:33:15 | 91.208.130.85