Lions Club
CANTONE
13.12.2019 - 17:180

Promuovere la comprensione reciproca e la pace

I ragazzi della scuola Sant’Anna di Lugano hanno preso parte al concorso promosso dal Lions Club Lugano

di Redazione

MANNO – Si è tenuta il 9 dicembre 2019, presso l’Istituto Dalle Molle di Studi sull'Intelligenza Artificiale di Manno, la premiazione del manifesto selezionato per il concorso nazionale “Un poster per la pace”. Alla cerimonia, i ragazzi della scuola Sant’Anna di Lugano hanno potuto sbirciare nel futuro visitando il centro di ricerca ticinese, eccellenza mondiale nel campo dell’intelligenza artificiale.

Il concorso è stato promosso dal Lions Club Lugano, parte del Lions Clubs International, un’associazione umanitaria il cui motto è "we serve", “noi serviamo”. Il servizio si esprime in molti modi, uno di essi è la promozione attiva d'iniziative volte al bene comune. Proprio in tale ottica, da oltre tre decenni i Lions Club di tutto il mondo sponsorizzano un concorso di arte molto speciale nelle scuole e tra le organizzazioni giovanili: i giovani partecipanti sono invitati a realizzare un poster per la pace, che esprima ogni anno un tema differente. Il tema della manifestazione di quest’anno era il cammino per la pace.

Realizzare dei poster per la pace offre ai bambini di tutto il mondo la possibilità di esprimere il loro modo di vedere la pace e può aprire gli occhi degli adulti fornendo interessanti spunti di riflessione sul tema. Lo scopo del tema di quest’anno non è volto unicamente alla promozione del concetto di pace universale, da tutti auspicata eppure di molto difficile realizzazione, ma anche al raggiungimento della pace a livello individuale e delle comunità.

Attraverso gli anni, milioni di ragazzi di quasi 100 paesi hanno preso parte al concorso e per la prima volta hanno partecipato anche i ragazzi ticinesi della scuola media Sant’Anna di Lugano. Utilizzando tecniche diverse, tra cui carboncino, pennarello, matita e pittura per esprimere il tema, i giovani artisti hanno avuto modo di riflettere le proprie esperienze di vita. I poster sono stati giudicati in base a criteri di originalità, merito artistico ed espressività del tema.

Dopo la premiazione, il direttore dell’Istituto e socio del Lions Club Lugano, Prof. Luca Gambardella, ha poi guidato insieme al suo staff i ragazzi partecipanti al concorso alla scoperta del futuro che viene inventato in Ticino in quello che è uno dei centri più avanzati al mondo per la ricerca sull’intelligenza artificiale.

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-19 13:40:11 | 91.208.130.89