foto 10 dic 2019/Google Maps
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
16 min
Le minime al suolo hanno già raggiunto lo zero
Non solo freddo, per i prossimi giorni sono attese di nuovo piogge, anche intense.
FOTO
LUGANO
1 ora
«Abbiamo raccolto persino una tv e una poltrona»
La seconda edizione della "Giornata ecologica" si è rivelata un successo.
LUGANO
1 ora
Società immobiliare sotto inchiesta
Arrestati un dirigente e l'amministratore. Si parla di un buco di diversi milioni di franchi
LUGANO
1 ora
L'esperienza del Cortile ricomincia dal Foce
Dopo l'abbandono della sede di Viganello, il progetto artistico di Emanuele Santoro trova l'ospitalità della Città
CANTONE
2 ore
Il Ticino ha novanta nuovi pompieri
È terminato ieri il corso di formazione a cui hanno partecipato tre donne e ottantasette uomini
LUGANO
2 ore
Si testa il volo Agno-Ginevra
Spiraglio di luce per l'aeroporto ticinese. In pista, un jet da 18 posti.
BREGAGLIA (GR)
3 ore
Bregaglia scossa da un botto: ignoti fanno saltare il bancomat
L'episodio si è verificato nelle prime ore di oggi a Vicosoprano. Durante la stessa notte è anche stata rubata un'auto
MASSAGNO
3 ore
Visita dell’Ambasciatore di Ungheria
Il rapporto di amicizia con il villaggio di Ghipes iniziò 30 anni fa
CANTONE
3 ore
Pericolo Listeria: Migros richiama l'insalata di pasta integrale
Si consiglia ai clienti di non consumare: non sono da escludere rischi per la salute
FOTO E VIDEO
GORDOLA
4 ore
Camion in fiamme, arrivano i pompieri
Il mezzo pesante è stato portato via con un carro attrezzi.
PRATO LEVENTINA
5 ore
Breve pausa per la teleferica del Tremorgio
L'impianto rimarrà fermo per manutenzione domani mattina. Le corse riprenderanno regolarmente nel pomeriggio.
FOTO E VIDEO
SOLDUNO
6 ore
Lo schianto all'incrocio, grave un centauro
L'impatto con un'auto si è verificato in via Vallemaggia.
CANTONE
6 ore
Mercato del lavoro: «È ora che il Ticino abbia uno statuto speciale»
Gli ecologisti sollecitano il Gran Consiglio a evadere l'iniziativa cantonale.
CANTONE
6 ore
«Firma all'accordo sui frontalieri forse entro fine anno»
Norman Gobbi e Mario Cavigelli a colloquio con Ignazio Cassis: lingua italiana, federalismo e relazioni transfrontaliere
ARBEDO-CASTIONE
6 ore
Riapertura con il botto alla Coop di Castione
Dopo i lavori di rifacimento, il negozio apre ufficialmente le sue porte con un grande concorso.
CANTONE
8 ore
Sostegno a più di 130 imprese culturali
È scaduto il 20 settembre il termine delle richieste d'aiuto per uno dei settori più pesantemente toccato dalla pandemia
CANTONE
9 ore
50 nuovi ingegneri SUPSI
Assegnato a Ivan Gasparini il premio Argor-Heraeus per il miglior lavoro di tesi sul tema della sostenibilità ambientale
BELLINZONA
9 ore
Olio ovunque: "colpa" del camioncino del Comune
Doveva pulire la strada. Ma è finito a fare il contrario. Vie della capitale imbrattate.
LUGANO
10.12.2019 - 23:020

Dove c'era l'erba ci sarà... questo

Ben 153 appartamenti sull'ultima collina verde di Breganzona. Il progetto sta creando malumori tra i residenti

LUGANO - Il "pratone" di Breganzona è diventato un bosco di modine. In quello che è l'ultimo spazio verde della frazione luganese - il parco della storica villa Censi - sorgeranno tredici nuovi stabili. In pratica un mini-quartiere. Il progetto sta suscitando non poco malumore tra i residenti.

La domanda di costruzione, presentata a fine novembre, non è passata inosservata. Prevede in totale 153 appartamenti da costruire da zero, dove oggi verdeggia una collina di vigne e alberi da frutto. A lanciare la polemica sono stati i Verdi di Lugano, sulla loro pagina Facebook. 

«Non solo a Brè, Gandria e Valcolla... ecco anche a Breganzona l'effetto delle lungaggini nella revisione dei Piani Regolatori di Lugano» si legge nel post, con tanto di foto del campo cosparso di modine. E gli abitanti della zona non l'hanno presa meglio. 

«È uno scempio» sbotta una donna del posto. «Una volta qui avevamo un paesaggio da cartolina, tutto prati». Anche la pagina Lugano-Vintage polemizza sulla «colata di cemento» che «farà impallidire il vecchio nucleo del paese». Nostalgia a parte, qualcuno si preoccupa invece per il traffico, e per gli affitti «già altissimi in questa zona». 

I nuovi edifici non abbasseranno la media dei prezzi. «Sette volumi presenteranno appartamenti di standard alto, gli altri sei di standard medio» si legge nella domanda di costruzione presentata dallo studio Baumschlager Eberle di San Gallo. Committente: Swiss Life. Il colosso assicurativo dovrà vedersela, però, con alcune opposizioni. Il termine per presentarle è il 17 dicembre, e i vicini assicurano che non mancheranno.  

 

 

foto Comune Lugano
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
giampa 9 mesi fa su tio
http://chng.it/Y8cGPh6S. Firmate la petizione contro questo progetto
Liliana Marramonitto 9 mesi fa su fb
Solo cemento ...tutto grigio
Cinzia Chezzi 9 mesi fa su fb
Povera Lugano! Mi sembra che il verde non vi piaccia! 😢
moma 9 mesi fa su tio
Si ma guardate che se si sta costruendo a dismisura in tutto e per tutto, i responsabili siamo noi tutti. Il mondo assurdo che ci ritroviamo sotto casa l'abbiamo voluto noi. Come dice l'umberto, gli altri siamo noi. Ci accorgiamo del troppo di tutto, ora. Troppo tardi. Qua e la sento dire, non se ne può più del traffico. Ma se per fare 50 metri tutti noi prendiamo la macchina. Gli altri siamo noi.
Nicklugano 9 mesi fa su tio
Anche se ne affittano solo alcuni, sarà sempre meglio che lasciare i capitali liquidi in banca, pagando interessi passivi: o sbaglio ? Certo che siamo arrivati al punto di dover pagare per prestare i nostri soldi alle banche … Mi sa che torneremo alla vecchia busta sotto il materasso...
GI 9 mesi fa su tio
un angolo di verde in più che se ne andrebbe.....ma è proprio necessario un investimento del genere ? Non ci sono abbastanza appartamenti vuoti ??
albertolupo 9 mesi fa su tio
@GI Ma saranno c.... di chi ha il terreno o no?
ugobos 9 mesi fa su tio
prima o poi un bel collasso. non ci vuole una scenza per vedere che stanno sbagliato qualcosa
Ginoarrotino 9 mesi fa su tio
Basta guardare quello che ha costruito e sta' ultimando a poche centinaia di metri in territorio di Massagno la swiss life altri 165 appartamenti piu' uffici e attivita'....ma da affittare a chi??? la zona Massagno- Breganzona ha la piu' alta concentrazione di appartamenti sfitti del ticino...ma questo evidentemente a qualcuno non interessa....qui' non esiste la bolla immobiliare???
dan007 9 mesi fa su tio
non Sono d’accordo si costruisce senza un vero criterio di rispetto del vicino non ci sono spazi di vita solo parcheggi e aiuole in più si sta creando un fenomeno di intasamento viario senza precedenti in una città che senza vita al di fuori del centro solo bar tristi e decadenti
Giuliano Forlini 9 mesi fa su fb
In questo momento, di costruire nuove abitazioni in ticino, non è che ce ne sia così bisogno😅ci credo che crea malumore questa cosa
Dioneus 9 mesi fa su tio
Ahhh, cara e vecchia speculazione edilizia :)
Geni86 9 mesi fa su tio
Di lavoro ce n'è un sacco anche nei nuclei, e anche più complesso e raffinato. L'edilizia potrebbe stare in piedi coi numeri attuali anche se (finalmente) arrivasse uno stop definitivo alle nuove costruzioni. Con ristrutturazioni e risanamenti: chiaro che costano di più e non rendono; è solo questione di volontà e/o di obbligare gli investitori in quella direzione. È veramente l'ora!!!
albertolupo 9 mesi fa su tio
@Geni86 Metti che erediti il terreno dei genitori o dei nonni, o che sul terreno dove loro hanno già la casa, potresti farci la tua. Sempre della stessa idea?
Geni86 9 mesi fa su tio
@albertolupo È proprio il caso sai. Ho terreni su cui potrei costruire e non lo faccio... Come dicevo: questione di volontà.
Jenaplynski 9 mesi fa su tio
Tu abiti in mezzo ad un prato? Sicuramente qualcuno un giorno a deciso di costruire il luogo dove abiti, e sicuramente prima c’era un prato al posto di casa tua...
Jenaplynski 9 mesi fa su tio
Ma a chi reclama che lì c’era l’erba e adesso costruiscono chiedo: voi abitate in una tenda? In una stalla? No, in una casa che sorge dove un tempo c’era un prato a sua volta... oramai il Dio soldo comanda, e i proprietari dei terreni li fanno fruttare, e non con piante da frutta...
albertolupo 9 mesi fa su tio
@Jenaplynski esatto!
Rusky 9 mesi fa su tio
corrono voci che qualcuno fa su palazzi à gogo per farci una lavanderia
albertolupo 9 mesi fa su tio
Tra l’altro: Baumschlager Eberle sono signori progettisti, gente che sa fare un progetto di qualità che si integra nel territorio (e si capisce già dal disegnino dell’articolo), mica i soliti noti nostrani, che si ritengono artisti, solo perché trent’anni fa è stato fatto un poster che ce lo siamo raccontato da soli all’infinito...
francox 9 mesi fa su tio
Le banche non danno più interessi, chi ha la grana costruisce.
albertolupo 9 mesi fa su tio
Siamo alle solite: chi ha costruito prima e ha “beneficiato” per anni del verde “messo a disposizione” da altri proprietari di terreni edificabili, gioca a fare il difensore del territorio e del paesaggio....
Sarah Ninna 9 mesi fa su fb
Ma basta costruzioni.. ci sono una marea di appartamenti VUOTI. Basta cemento! Ce né finché mai! Vogliamo avere e vedere anche il verde!
Mirel Hodic 9 mesi fa su fb
Bene lavoro per tutti 👍
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 20:36:27 | 91.208.130.86