Depositphotos (archivio)
I criminali cercano, tramite offerte d'impiego allettanti, degli “agenti finanziari” pronti a mettere a disposizione i loro conti bancari.
CANTONE
05.12.2019 - 10:400
Aggiornamento : 11:14

Money mule: «Attenti a non trasformarvi da vittima a colpevole»

Parte oggi la terza fase della campagna “E lei? Avrebbe detto di sì?”. I consigli della polizia per non cadere nel raggiro

BELLINZONA - Prende il via oggi la terza parte di “"E lei? Avrebbe detto di sì?”, la campagna nazionale di prevenzione sulle cybertruffe, promossa dai corpi di polizia cantonali e comunali. Dedicata al tema dei cosiddetti “money mule”, la fase sarà dedicata in particolare a sensibilizzare la popolazione sui comportamenti corretti da adottare in rete, così da evitare i pericoli legati a questa tipologia di raggiri che trasforma le vittime in colpevoli.

Come funziona? - I criminali cercano, tramite offerte d'impiego allettanti, degli “agenti finanziari” pronti a mettere a disposizione i loro conti bancari. Ebbene, chi acconsente a tali trasferimenti di fondi, senza conoscerne la provenienza e in cambio di commissioni, si rende colpevole - contribuendo al al trasferimento di capitali illegali su conti bancari svizzeri o esteri - di riciclaggio di denaro.

Quattro consigli da seguire

  • Non fidatevi mai di una persona che conoscete solamente in Internet!
  • Non trasmettete mai password, scansioni o copie di documenti ufficiali come passaporto, licenza di condurre, ecc.!
  • Non divulgate mai foto intime o informazioni personali!
  • Non versate mai acconti se non siete sicuri dell'affidabilità del vostro interlocutore!

La campagna nazionale di prevenzione è stata lanciata lo scorso 19 giugno. Le prime due fase sono state dedicate alle truffe sulle piattaforme d’inserzioni e alle truffe romantiche. La diffusione di video che tratteranno altri tipi di truffe in Internet continuerà anche nel 2020. Parallelamente saranno promosse diverse azioni di sensibilizzazione nei cantoni, come l'affissione di manifesti pubblicitari, la distribuzione di cartoline, la pubblicazione di articoli su siti internet di prevenzione o l'organizzazione di conferenze.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
RobediK71 8 mesi fa su tio
Non è la rai
Nicklugano 8 mesi fa su tio
Buon Dio: quattro consigli da seguire !! Non servono quattro consigli, basta accendere il cervello !!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 01:54:19 | 91.208.130.86