BREAKING NEWS
Covid-19: Boris Johnson in ospedale per accertamenti
Deposit
CANTONE 
27.11.2019 - 16:570

Il Ticino piace sempre di più agli americani

Bilancio positivo negli ultimi mesi per alberghi e ristoranti che temono un po’ meno la stagione invernale. «Settembre e ottobre sono stati una “seconda estate"» dice Trotta di Ticino Turismo

LUGANO - Torna a crescere la vendita su base annua. Il lungo inverno per il turismo durava dal gennaio 2018. Gli albergatori e ristoratori ticinesi, intervistati dall’indagine del Kof nel mese di ottobre, sono tornati ad esprimersi su toni relativamente positivi. Dopo quasi due anni si rileva infatti un aumento dei pernottamenti e del volume delle vendite. 

Un cambio di tendenza trainato in particolare dagli albergatori: mentre la situazione tra ottimisti e pessimisti resta in equilibrio nella ristorazione. A livello di zone turistiche si evidenzia in positivo la regione del Lago di Lugano, non migliora invece la situazione nella zona del Lago Maggiore. 

Angelo Trotta, direttore di Ticino Turismo, conferma coi dati in suo possesso il quadro positivo proseguito anche negli ultimi mesi: «I mesi di settembre e ottobre si stanno rivelando sempre più attrattivi per i nostri turisti, tanto che possiamo davvero parlare di “seconda estate” ticinese». Una novità si riscontra anche osservando la provenienza dei turisti. Se è vero che la grande maggioranza resta quella indigena, in particolare dalla Svizzera tedesca, seguita da germanici e italiana, fanno capolino sempre più ospiti da oltreoceano: «Ci fa particolarmente piacere l’incremento dei pernottamenti degli ospiti americani che si sta attestando attorno al 20%» sottolinea Trotta. 

Dopodiché il settore già guarda ai mesi invernali dove le previsioni sui volumi di vendita appaiono più caute, «anche se l’inverno fa un po’ meno paura».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-05 22:49:20 | 91.208.130.86